Pianificazione della R.N.I. di Bosco Nordio


Per la Riserva di Bosco Nordio, nel 2001, tenendo conto delle nuove competenze nella gestione a seguito del trasferimento della proprietà dallo Stato alla Regione Veneto, è stato predisposto da parte di Veneto Agricoltura il Piano di Gestione che in considerazione dell’assetto naturalistico ha definito le linee fondamentali di tutela e valorizzazione da perseguire.
L’obiettivo prioritario che il piano vuole perseguire è quello di fornire i criteri di riferimento per una gestione volta alla conservazione e valorizzazione del sito, rispondente alle finalità istitutive della Riserva e che abbia come fondamento la difesa e l’incremento della biodiversità meritevole di incremento.
Per una approfondita conoscenza delle varie componenti dell’ecosistema sono state preliminarmente effettuate analisi floristico vegetazionali, analisi pedologiche e studi faunistici.
In applicazione della LR. 52/78 è stato elaborato il Piano di Riassetto Forestale che costituisce il primo documento di programmazione dell’attività forestale per Bosco Nordio. Le disposizioni assestamentali in esso contenute non riguardano la disciplina dei tagli, ma le pratiche e gli adempimenti per garantire al meglio il conseguimento degli obiettivi fissati dalla norma che istituisce la riserva, vale a dire indicazioni specifiche improntate a criteri conservativi.
E’ stata applicata su Bosco Nordio, per la prima volta nel Veneto e in via del tutto sperimentale, una procedura che consente di convertire il volume cubico degli alberi in quantità di carbonio fissato e nella quale entra in gioco anche la necromassa legnosa che rappresenta una componente importante della biomassa complessiva.

PERSONE: Massimo Loreggian

Articoli simili

Pesci piatti

15/08/2006

LIFE PALÙ QDP

08/07/2018