Promozione dei Presìdi Slow Food del Veneto


Valorizzare e promuovere alcune produzioni tipiche regionali attraverso azioni mirate sul territorio sfruttando i canali di comunicazione e le iniziative dell’Associazione Slow Food

Vi sono prodotti che propongono i sapori di un tempo, che derivano da una storia ultra decennale e dall’amore per le tradizioni locali.
Vi sono produttori agricoli che pur valutando le crescenti pressioni del mercato vogliono salvaguardare la cultura di un territorio, che lavorano con passione nella convinzione che la terra, le piante, gli animali sono un patrimonio comune.
Questo l’obiettivo dei Presìdi: sostenere le piccole produzioni agroalimentari di eccellenza che rischiano di scomparire, valorizzare i territori, recuperare le tecniche di lavorazione tradizionali, salvare dall’estinzione razze autoctone e antiche varietà di piante da coltivazione.
Un progetto nato nel 1999 dall’ Associazione Slow Food e che si sta allargando a macchia d’olio: in Italia i Presidi sono 198, nel resto del Mondo sono 65.
Nel Veneto, grazie al sostegno della Regione e di Veneto Agricoltura ne sono stati istituiti 11. Con il coinvolgimento dei produttori sono state realizzate numerose iniziative di valorizzazione, tra cui la partecipazione a manifestazione di livello internazionale (Salone del gusto di Torino e il Salone del pesce di Genova), la pubblicazione di opuscoli e depliants informativi, l’elaborazione di specifici disciplinari di produzione, l’organizzazione di workshop e degustazioni guidate.

I Presìdi Slow Food del Veneto:

Agnello d’Alpago
Carciofo di S. Erasmo
Formaggio Agordino di malga
Gallina Padovana
Mais Biancoperla
Moleche
Monte Veronese di malga
Morlacco del Grappa e vacca Burlina
Oca in onto
Riso di Grumolo delle Abbadesse
Stravecchio di malga dell’Altopiano dei Sette Comuni