Bollettino Colture Erbacee n. 26 – 27.04.18 – NOTTUE

Nella corrente stagione vi è un rischio apprezzabile di danni localizzati da nottue per la concomitanza di diversi fattori:

  • l’instaurarsi di venti forti e prolungati da sud che hanno interessato l’intero territorio veneto come evidenziato dalle catture della rete di trappole a feromoni (vedi qui istruzioni trappole nottue)
  • la presenza abbondante e prolungata di vegetazione sui terreni a lungo non lavorati per le condizioni climatiche,
  • semine ritardate con alta probabilità di presenza di larve in grado di arrecare danno alle piante che, trovandosi queste ultime ai primi stadi, sono più suscettibili.

In base alle previsioni sulle somme termiche (si veda “razionale difesa dalle nottue” ) il primo significativo raggiungimento del quarto stadio larvale delle nottue (“bisso moro”) relativamente ai voli migratori registrati a metà marzo si verificherà tra il 30 aprile e il 2 maggio.

Si consiglia di procedere in questi giorni all’osservazione delle colture più suscettibili (mais fino alle 6-8 foglie, bietole fino alle 6-8 foglie, orticole di recente trapianto) dando priorità agli appezzamenti maggiormente coperti da residui colturali (come ad esempio negli appezzamenti a sodo), da materiali organici (come nel caso della distribuzione di digestati) e/o da vegetazione nella seconda metà di marzo – inizio aprile.

Nel caso si superasse la soglia (per il mais, indicativamente il 5% delle piante attaccate) si dovrà intervenire tempestivamente con trattamenti insetticidi in post-emergenza. I prodotti registrati per il mais si possono considerare efficaci purché i trattamenti siano precoci, effettuati preferibilmente in serata con alti volumi d’acqua.

Il danno da nottua su mais (e similmente su altre colture) è facilmente individuabile facendo riferimento ai seguenti due casi:

mais danno nottua tagliomais danno nottua erosione colletto
l’inconfondibile “taglio” della pianta al di sopra del terrenol’erosione al colletto che porta all’appassimento di tutta o buona parte della pianta

______________________________________________________

In ottemperanza a quanto previsto dalla normativa per la Difesa Integrata obbligatoria, ed anche volontaria, il Bollettino Colture Erbacee (BCE) fornisce i seguenti collegamenti a prodotti ARPAV:
•   
le previsioni meteorologiche
•  
  il bollettino Agrometeoinforma
•    i dati meteorologici della rete ARPAV
in diretta
di ieri
degli ultimi 60 giorni
degli ultimi anni

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare, chiama il numero 045913620 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura, alla pagina dedicata al Bollettino colture erbacee.