Mercoledì, 18 Ottobre 2017 CercaCerca  
23.05.07 Biodiversità: accordo Provincia di Vicenza - Veneto Agricoltura

Manuela Dal Lago e Corrado Callegari domani (ore 9,30) in Provincia firmeranno per la valorizzazione delle produzioni tipiche, diffusione delle buone pratiche agricole, salvaguardia del territorio e salubrità delle produzioni agroalimentari.

La tutela della biodiversità vegetale e animale, la ricerca e la sperimentazione agroambientale e quella nel settore zootecnico: sono i settori principali al centro della convenzione tra Provincia di Vicenza e Veneto Agricoltura che verrà firmata domani, mercoledì 23 Maggio alle ore 9,30, a Palazzo Nievo, Contrà Gazzolle n.1, dalla Presidente Manuela Dal Lago e dall’Amministratore Unico Corrado Callegari, presente anche la Giunta provinciale.

L’accordo prevede l’attivazione di progetti comuni nel comparto agrario, forestale, agroalimentare e ambientale; infatti, le competenze dei due Enti presentano aspetti comuni che possono essere valorizzati tramite un coordinamento delle attività di sperimentazione, di dimostrazione e divulgazione, con l’obiettivo di affrontare efficacemente le problematiche di carattere economico ed ambientale delle aree rurali del territorio vicentino.

Tra Veneto Agricoltura e Provincia di Vicenza, da tempo si è instaurato un rapporto di collaborazione nei settori della biodiversità vegetale e animale, della ricerca e della sperimentazione agronomica ed agro-ambientale, rivolto in particolare alle colture erbacee, alla viticoltura, alla frutticoltura, alle colture arboree da legno, alla zootecnia da latte e da carne. L’obiettivo era ed è, di conservare e promuovere le risorse genetiche attraverso sviluppo e valorizzazione delle produzioni tipiche venete, nonché di favorire la diffusione delle buone pratiche agricole per la salvaguardia del territorio e migliorare la salubrità delle produzioni agroalimentari.

Viene quindi rinnovata e potenziata la storica collaborazione tra i due enti con l’obiettivo di ottimizzare l'utilizzo di risorse umane, finanziarie, logistiche, formulando specifici programmi operativi e producendo sinergie in attività progettuali di portata locale, regionale e comunitaria.

Un ulteriore campo di collaborazione sarà quello del recupero, della conservazione e della promozione delle risorse genetiche vegetali ed animali indirizzate anche alla valorizzazione delle produzioni tipiche venete, accanto a progetti di valorizzazione agricola, naturalistica e paesaggistica del territorio provinciale e della sua rete di Siti di Interesse Comunitario (SIC).

Si tratta in definitiva di uno sforzo congiunto teso alla diffusione delle buone pratiche agricole, di tecniche di coltivazione eco-compatibile per la salvaguardia dei suoli e del territorio.

Per la stesura dei progetti comuni nell'ambito dei singoli comparti si farà riferimento alle rispettive strutture localizzate sul territorio provinciale, in particolare l’Azienda Agricola Sperimentale della Provincia di Vicenza ed il Centro Vivaistico e per le Attività Fuori Foresta di Veneto Agricoltura, ambedue site in comune di Montecchio Precalcino. Mentre per la parte della biodiversità vegetale e delle colture cerealicole, oleaginose e orticole, oltre che per la frutticoltura, viticoltura e olivicoltura, il riferimento saranno l’Istituto di genetica e sperimentazione agraria “Nazareno Strampelli” di Lonigo ed il Servizio fitopatoligo provinciale.

Il protocollo di intesa avrà una durata di 5 anni e potrà essere tacitamente rinnovato.

 

Ufficio Stampa