Venerdì, 15 Dicembre 2017 CercaCerca  
19.06.07 Il programma Leader+, esempio di integrazione europea

Primo appuntamento il 21 giugno 2007 (ore 16.00) presso l’Università di Portogruaro (VE) via Seminario n. 35.

Il seminario che si svolgerà il 21 giugno prossimo presso l’Università di Portogruaro vuole essere un momento di informazione e di approfondimentosui temi che costituiscono il cuore del Programma Leader+, l’iniziativa finanziata dai fondi strutturali dell’Unione Europea per incentivare lo sviluppo a lungo termine del mondo rurale.

Nell’ambito delle azioni previste dal programma Leader+, Veneto Agricoltura ha elaborato un Piano di informazione orientato alla promozione delle attività svolte dai Gruppi di Azione Locale (GAL), alla diffusione dei risultati, all’applicazione di modelli innovativi di governo del territorio e, infine, all’analisi di nuove opportunità per lo sviluppo locale.

Questo di Portogruaro è il primo degli otto appuntamenti che si svolgeranno su tutto il territorio del Veneto da giugno a settembre per affrontare, con l’intervento di professionisti, temi legati alle opportunità offerte dai nuovi piani per lo sviluppo locale e al ruolo dei GAL nel prossimo futuro.

Molti i temi all’ordine del giorno di questo primo incontro: Giampietro Vecchiato, esperto di comunicazione, parlerà di Bilancio sociale mettendo a fuoco responsabilità ed opportunità nel territorio, Antonio Pignatto - Direzione Regionale Programmi Comunitari Settore Primario – farà il punto sulle opportunità offerte del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013 per lo sviluppo locale e il ruolo dei GAL e infine Giancarlo Pegoraro, GAL Venezia Orientale, esporrà le prime valutazioni del PSL 2000/2006, le proposte e i temi per il PSL 2007/2013.

Una delle sfide più grandi che deve affrontare l'Unione Europea è quella di sviluppare il massimo grado di coesione tra gli stati che ne fanno parte, salvaguardandone nel contempo le peculiarità: il programma Leader+ e le strategie adottate dai suoi protagonisti ne sono un esempio a livello regionale.

Ufficio Stampa