Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
31.07.07 Una grande annata? arrivano le previsioni vendemmiali

2 Agosto, ore 9,30, Corte Benedettina di Veneto Agricoltura a Legnaro (PD), i dati per Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, presenti Zaia, Callegari e Alajmo

Come sarà nel NordEst questa vendemmia 2007, anticipata nei tempi e condizionata da temperature uniche, sembra le più calde in media degli ultimi 200 anni?

Nel Veneto, per le province di Verona e Padova, è atteso un aumento di produzione, mentre una riduzione è prevista per le aree del vicentino, trevigiano e il bellunese. Nella norma invece a Rovigo e Venezia. In Trentino Alto Adige si prevede una discreta raccolta, in sensibile aumento nella provincia autonoma di Bolzano e sostanzialmente uguale a quella dello scorso anno nella provincia di Trento.

Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, è possibile prevedere un aumento di produzione per il pordenonese e una situazione di normalità per le province di Gorizia/Trieste e Udine.

Anche quest’anno perciò - la data è quella di giovedì prossimo 2 agosto, dalle ore 9,30 presso la Corte Benedettina a Legnaro (Pd) -, Veneto Agricoltura con la collaborazione di Regione Veneto, Avepa, Regione Friuli-Venezia Giulia, Province di Trento e Bolzano ed Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano, organizza il tradizionale appuntamento con le previsioni vendemmiali.

Presenti, assieme al mondo vitivinicolo, ovvero produttori, consorzi, associazionismo etc., il VicePresidente della Regione Veneto Luca Zaia e l’Amministratore Unico di Veneto Agricoltura Corrado Callegari, incuriositi anche dalle relazioni di Sergio Soavi di Coop Italia e di Raffaele Alajmo del pluristellato (tre stelle Michelin) ristorante Le Calandre di Rubano (PD), che durante l’incontro affronteranno l’attuale tema sul ruolo del vino nella GDO (Grande Distribuzione Organizzata) e nella ristorazione di qualità.

N.B.: I dati di previsione, esaminati sia sotto il profilo quantitativo che qualitativo, saranno proposti per provincia e tipologia di uva.

Il C.Ufficio Stampa

Mimmo Vita

Alcuni dati per il Veneto: la superficie dedicata alla coltura della vite nella seconda regione enoica italiana, si è attestata lo scorso anno attorno ai 76.500 ettari, dei quali 71.000 in produzione e 5.500 in fase di impianto. Nella vendemmia 2006 sono stati raccolti circa 9.8 milioni di quintali di uva che hanno prodotto 7.1 milioni di ettolitri di vino (il 52% costituito da vini bianchi e il 48% da vini rossi e rosati). Il comparto veneto annovera 3 DOCG, 23 DOC e 8 IGT in grado di alimentare un importante flusso di esportazioni, in particolare verso gli USA e la Germania, con un valore complessivo di vino esportato che, sempre nel 2006, si è attestato attorno a 800 milioni di euro (su un totale nazionale pari a 3.195 milioni di euro, quindi il 25% circa).