Venerdì, 15 Dicembre 2017 CercaCerca  
12.10.07 Grappa, la distillieria più piccola d'Italia si prende la cotta

Tra alambicchi e grappa nasce un amore che porterà alla definizione degli elementi che caratterizzano la grappa veneta.

La più piccola e innovativa distilleria d’Italia apre le sue porte e s’innamora. E’ quella di Veneto Agricoltura, a Conegliano (TV), sita presso la Scuola Enologica G.B Cerletti. Infatti Domenica 14 ottobre (ore 11,30), in occasione dell’iniziativa “Grapperie Aperte” organizzata dall’Istituto Nazionale Grappa, Istituto Grappa Veneta e Veneto Agricoltura, nella più piccola, flessibile e moderna distilleria d’Italia, faranno grande festa per l’avvio della prima “cotta” 2007, cioè la vera fase di distillazione.

Ma non basta: verrà presentata alla stampa l’attività del Centro per l’enologia e la grappa di Veneto Agricoltura, una nuova pubblicazione dei produttori soci IGV, ed un progetto molto importante a sostegno dell’innovazione tecnologica. Una ricerca tra tradizione ed innovazione, che trova spazio non solo nella produzione di grappa veneta, ma anche nella tutela e valorizzazione degli elementi che caratterizzano la grappa veneta.

Durante la conferenza stampa il Presidente dell’Istituto Grappa Veneta Alessandro Maschio anticiperà il progetto della stesura di un disciplinare che certificherà e garantirà la qualità del prodotto regionale.

A fare gli onori di casa, oltre alla grappa veneta che potrà essere degustata,vi saranno il Presidente IGV, Corrado Callegari, Amministratore Unico di Veneto Agricoltura, Damiana Tervilli Preside della Scuola enologica di Conegliano I.T.A.S G.B Cerletti, Stefano Soligo, responsabile della Distilleria sperimentale di Veneto Agricoltura ed Elvio Bonollo, V.Presidente dell’Istituto Grappa Veneta.

Ufficio Stampa