Mercoledì, 13 Dicembre 2017 CercaCerca  
11.12.07 Terreni più fertili tutelando l'ambiente, ora è possibile

Domani 12 Dicembre alle ore 9.30 presso la Corte Benedettina di Veneto Agricoltura a Legnaro (PD) i risultati tecnici ed economici delleprove agronomiche ottenuti applicando le tecniche dell’Agricoltura Blu saranno al centro del consueto convegno di fine anno dell’AIGACoS (Associazione Italiana per la Gestione Agronomica e Conservativa del Suolo). All’iniziativa saranno presenti Corrado Callegari Amministratore Unico di Veneto Agricoltura e Luca Zaia VicePresidente della Regione Veneto.

L’obiettivo fondamentale di queste prove era verificare e validare l’effetto delle pratiche agronomiche sostenibili sul miglioramento della qualità del suolo (maggiore fertilità) e come essa influisce sulla qualità del prodotto.

Infatti l’Agricoltura Blu contribuisce alla conservazione ambientale, al conseguimento di una produzione agricola sostenibile, e mira a replicare i processi naturali attraverso il mantenimento di una copertura permanente del suolo con l'impiego di colture di copertura e/o residui colturali. Le implicazioni di carattere ambientale che comporta la semplificazione delle lavorazioni sono spesso accompagnate dalla riduzione dei costi e/o da un aumento del reddito.

Le prove agronomiche giunte ormai al secondo anno, si sono sviluppate su 15 ettari gestiti con tecniche di minima lavorazione e semina su sodo, investiti a mais, frumento e soia, sui quali sono stati implementate le migliori tecnologie meccaniche, chimiche, etc.

Il progetto è stato sviluppato da AIGACoS, per il profilo scientifico dell'Università di Padova e Veneto Agricoltura. Durante il convegno verrà presentato infine il libro Agricoltura Blu, opera originale, capace di fornire indicazioni indispensabili agli agricoltori e ai tecnici di settore che vogliano intraprendere o solamente conoscere i sistemi di coltivazione e di trattamento del suolo rispettosi dell’ambiente.

Ufficio Stampa