Domenica, 19 Novembre 2017 CercaCerca  
13.03.08 Slow tourism, la via annia occasione di marketing territoriale

Il recupero dell’antica strada romana verrà presentato sabato 15 marzo alle ore 9 - Tenuta Cà Tron, via Boschi 12, a Roncade (Tv). A margine la consegna del premio “Altino 2008”

Rinasce la via Annia. La strada romana - che risale al II secolo a.C. e che mette(va) in comunicazione il Delta del Po con Aquileia – torna al suo antico splendore diventando occasione di “slow tourism”. L’intervento di recupero è stato finanziato dal Gal “Venezia Orientale” nell’ambito del programma comunitario “Leader+ 2000-2006” e ora si fa volano per lo sviluppo di un piano interregionale di attività legate ai settori della cultura e dell’economia. La vecchia-nuova via Annia verrà presentata sabato 15 marzo alle 9 - alla Tenuta Cà Tron, via Boschi 12, Roncade (Tv) – durante il convegno “La strada della memoria tra archeologia e turismo”. Interverranno Valter Menazza, Presidente del Gal “Venezia Orientale”, Fausta Bressani, Direzione Beni Culturali della Regione Veneto, Loredano Marcassa, Sindaco di Quarto d’Altino (Ve) e Pietro Del Frate, Sindaco di San Giorgio di Nogaro (Ud).

L’iniziativa “Leader”, partita nel 1990 come progetto pilota, si è ora affermata quale strumento per promuovere lo sviluppo delle aree rurali della Comunità Europea attraverso interventi nei settori dell’agricoltura, dell’ambiente, del turismo rurale, dell’artigianato, dei servizi e della formazione. In questo quadro, Veneto Agricoltura è stata incaricata dalla Regione Veneto di gestire la comunicazione del Programma.

Dato il successo degli anni passati il nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 ha messo a disposizione del proprio IV Asse, quello Leader appunto, oltre 100 milioni di euro.

Al termine del convegno verrà consegnato il “Premio Altino 2008”, dal 1992 assegnato a protagonisti dell’arte, della ricerca, dell’economia, dello sport, dell’archeologia che si sono distinti nelle singole discipline e che sono oggi un importante punto di riferimento per l’educazione dei giovani. Quest’anno verranno premiati: Enrico Bertossi, Assessore al Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia; l’on. Andrea Colasio, Segretario della VII Commissione Cultura della Camera; Elena Franceschi Ghedini, Direttore del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Padova; Flavio Rodeghiero, Commissario straordinario Esu di Padova e Luca Zaia, Vicepresidente della Regione Veneto.

Ufficio Stampa