Domenica, 19 Novembre 2017 CercaCerca  
26.05.08 Sparisce il Fiordaliso, va salvaguardata la biodiversità

Giovedì a Dueville “prima giornata della biodiversità” a difesa della naturalità relitta.

Decenni di agricoltura intensiva e l’impiego massiccio di diserbanti hanno pesantemente alterato molti habitat naturali o seminaturali, come i tradizionali ambienti agricoli, portando quasi all’estinzione numerose specie vegetali un tempo comuni, quali ad esempio il Fiordaliso.

Veneto Agricoltura organizza il prossimo 29 maggio ore 9.30 presso la sala Barchessa Monza a Dueville (VI), la Prima giornata della Biodiversità dal titolo “Agroecosistemi e conservazione della biodiversità: un possibile ruolo per i vivai pubblici”. L’obiettivo è di approfondire il tema della “naturalità relitta” negli agroecosistemi dai punti di vista botanico e faunistico, ma anche quello di presentare due esperienze condotte in aree protette diverse, con particolare riferimento al ruolo di una nuova vivaistica finalizzata anche alla conservazione.

Presso il vivaio di Veneto Agricoltura è infatti iniziata una specifica attività, che prevede l’identificazione delle popolazioni vegetali minacciate, la raccolta del seme, la riproduzione in vivaio delle piantine e la successiva reintroduzione nei loro habitat naturali, nell’ambito di specifici progetti, allo scopo di rafforzare le popolazioni selvatiche e la conseguente biodiversità degli agroecosistemi.

All’iniziativa saranno presenti tra gli altri Livio Poldini, Università di Trieste; Graziano Rossi e Andrea Mondoni Università di Pavia – Banca del Germoplasma della Regione Lombardia; Giustino Mezzalira Direttore Ricerca e Sperimentazione di Veneto Agricoltura; Piero Belletti Università di Torino – Gruppo BioForV e Marco Genghini dell’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica.

Info:0445/864445-334420fax;e-mail:cristina.dallavalle@venetoagricoltura.org

Ufficio Stampa