Sabato, 25 Novembre 2017 CercaCerca  
11.07.08 DOC Piave: i primi risultati della zonazione

Convegno lunedì 14 luglio 2008, ore 10.00 – San Dona’ di Piave (VE)

 

Cosa rende un cabernet o un verduzzo della DOC Piave diverso dallo stesso vino coltivato e prodotto in un’altra zona? Ovviamente la terra, l’acqua e molti altri fattori che assieme determinano quella che viene chiamata “zonazione viticola, ovvero lo studio analitico di un determinato comprensorio viticolo finalizzato a determinare l’attitudine di differenti zone, omogenee dal punto di vista ambientale, ad adottare diverse varietà di vitigni. I primi risultati di questo studio applicato all’area della DOC Piave, realizzato da Veneto Agricoltura in collaborazione il Consorzio Tutela Vini del Piave, verranno presentati lunedì 14 luglio alle 10.00 a San Dona’ di Piave nel corso di un convegno che si terrà nella sede del Consorzio di Bonifica Basso Piave. L’iniziativa, a cui parteciperanno l' on. Corrado Callegari Amministratore di Veneto Agricoltura, Ennio Cerchier Presidente del Consorzio di Bonifica del Basso Piave, Francesca Zaccariotto sindaco di S.Donà di Piave e Antonio Bonotto presidente del Consorzio Tutela Vini del Piave, ha l’obiettivo di far conoscere ai viticoltori e agli operatori del settore (ad es. le Cantine Sociali largamente presenti nella DOC   Piave) le caratteristiche del territorio e dei vitigni. Lo studio sulla zonizzazione della DOC Piave mira infatti a favorire scelte viticole consapevoli e accurate per il breve, medio e lungo termine, potenziando la vocazionalità dell’area Piave che coinvolge 61 comuni tra le province di Venezia e Treviso con oltre 4.200 ettari di superficie vitata. A relazionare sull’argomento saranno chiamati Luigi Bonato agronomo di Evoluzione Ambiente, Patrik Marcuzzo e Diego Tomasi entrambi esperti dell'Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano: verranno illustrate le caratteristiche della zonazione della DOC Piave e le applicazioni pratiche dello studio che si traducono nel miglioramento della qualità media del prodotto, nella caratterizzazione dei vini, nella riduzione dei costi di gestione di un vigneto, in scelte di varietà più consone e nell’ottimizzazione dei piani di concimazioni . Al convegno sono invitati a partecipare tutti gli operatori del settore vitivinicolo dell'area Piave per analizzare le varie fasi dell'operazione che coinvolgerà la zona anche nei prossimi tre anni.

 

 

 

Ufficio Stampa