Venerdì, 17 Novembre 2017 CercaCerca  
18.07.08 Sul 'campo' con l'innovazione rispettosa dell'ambiente

A Ceregnano (RO) il 23 luglio dalle 9.00 la V° edizione della giornata della Agricoltura Blu-Conservativa e del Compost di qualità, con prove in campo delle macchine. Presente l’Assessore Regionale all’Agricoltura Franco Manzato

 

Basta aggredire il campo agricolo con solchi profondi sul terreno, reso ancora più compatto dai ripetuti passaggi del trattore a gomme strette! Con i nuovi mezzi meccanici della cosiddetta “Agricoltura Blu”, si riesce benissimo a seminare sul sodo o su minima lavorazione, si conservano le proprietà della superficie del terreno, riducendone il compattamento, immagazzinando più acqua e in più si riduce l’emissione di anidride carbonica nell’atmosfera.

Questa e altre novità tecnologiche e meccaniche verranno presentate mercoledì 23 luglio a Ceregnano (RO) nel corso della V° giornata dell’Agricoltura Blu, organizzata da Veneto Agricoltura e dall’Università di Padova in collaborazione con l’ AIGACOS ( l'Associazione italiana per la gestione agronomica e conservativa del suolo) e“Terra e Vita - Il Sole24ore” a cui parteciperà anche il Vicepresidente della Regione e Assessore all’ Agricoltura Franco Manzato.

Un’intera giornata all’azienda pilota dimostrativa Sasse Rami di Veneto Agricoltura a provare sul campo, assieme agli esperti e ai tecnici, le nuove applicazioni dell’agricoltura conservativa: si potranno già verificare i buoni risultati ottenuti in tre anni di sperimentazioni proprio in alcuni appezzamenti dell’azienda coltivati a mais, soia e frumento.

La parte più spettacolare della manifestazione sarà vedere all’opera le “macchine buone” quelle che riescono a seminare direttamente sul sodo o su minima lavorazione, così da ridurre al minimo l’impatto meccanico al terreno e all’ambiente. Sono oltre 30 le aziende leader del settore presenti all’evento, con trattori, macchine seminatrici, decompattatori, scarificatori, coltivatori e tante soluzioni per la semina e la gestione conservativa del campo.

Basso impatto ambientale dunque e buoni raccolti, anche grazie al compost di qualità usato per concimare: a questa sostanza naturale prodotta da materiale organico agricolo, rifiuti umidi urbani ecc, è dedicata una parte della giornata dell’Agricoltura Blu.

Il “Compost Veneto” di qualità, promosso nell’ambito di un progetto realizzato da ARPAV e Veneto Agricoltura, d a alcuni anni, è stato certificato e ne viene incentivato l’uso in agricoltura proprio per ridurre lo spargimento di concimi chimici tradizionali. Oltre a non inquinare, il compost arricchisce il terreno di elementi nutritivi (azoto, fosforo, potassio e microelementi) e di sostanza organica che contrasta la desertificazione, l’erosione del suolo e fissa il carbonio, impedendone la perdita nell’atmosfera

 

Ufficio Stampa