Lunedì, 20 Novembre 2017 CercaCerca  
01.08.08 NordEst: che vendemmia sarà?

 

Appuntamento il prossimo 1 Settembre con le previsioni vendemmiali 2008 elaborate da Veneto Agricoltura. Si parlerà anche della riforma dell’OCM Vitivinicolo, presenti Manzato, Callegari e la filiera produttiva.

 

Maggio piovoso, giugno afoso, luglio fresco e contraddistinto anche da grandinate sparse su tutto il nord; cosa ci si aspetta dalla prossima vendemmia in termini di qualità e quantità di uve raccolte nel Nordest? Bisognerà attendere fino 1° settembre per valutare le prime stime: a Legnaro (Pd) infatti, presso la Corte Benedettina di Veneto Agricoltura, dalle ore 9,30 alle 13,00, si terrà il consueto cionfegno dedicato alle “Previsioni della vendemmia 2008 nel Nord-Est”.

L’ormai tradizionale appuntamento è organizzato da Veneto Agricoltura, attraverso il suo sportello informativo Europe Direct, in collaborazione con Regione Veneto, Avepa, la Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, le Province Autonome di Bolzano e Trento e il CRA-VIT di Conegliano.

Come consetudine, nel corso del convegno, introdotto dall’Amministratore Unico di Veneto Agricoltura Corrado Callegari e al quale sono stati invitati gli operatori della filiera viticola-enologica del Nordest, saranno fornite le prime stime di produzione di carattere quanti-qualitativo della vendemmia 2008 nelle diverse province del Veneto, del Friuli-Venezia Giulia e del Trentino-Alto Adige.

I dati di previsione, acquisiti sul territorio dalle strutture periferiche di AVEPA e dagli Uffici preposti della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia e delle Province Autonome di Bolzano e Trento, attraverso il coordinamento di Veneto Agricoltura, saranno distinti per tipologia di uva.

L’edizione 2008 del convegno sarà, inoltre, l’occasione per fare il punto sulla Riforma dell’OCM Vitivinicolo mediante un “focus” che raccoglierà le opinioni di esperti e operatori, tra cui Vasco Boatto (Università di Padova – Dipartimento TeSAF), Giancarlo Prevarin (Cantina Sociale dei Colli Berici), Emilio Pedron (Gruppo Italiano Vini), Antonio Motteran (Carpenè Malvolti Spa), i presidenti delle tre maggiori organizzazioni professionali agricole, con conclusioni del V.Presidente della Regione, Franco Manzato.

 

 

 

Ufficio Stampa