Lunedì, 20 Novembre 2017 CercaCerca  
12.09.08 Montasio, secoli di storia oggi un pò in crisi

Un formaggio millenario da scoprire…e da gustare. Non è un reperto archeologico, uno stagionato d’epoca, ma il genuino Montasio DOP, uno dei formaggi più apprezzati nel panorama caseario italiano, tutelato fin dal 1955 e incluso tra le 10 DOP di maggior rilevanza e diffusione tra i formaggi italiani. Un prodotto d’eccellenza, conosciuto e amato per la qualità, per il gusto genuino e versatile (con tre differenti stagionature che ne marcano il sapore), che sta soffrendo tuttavia negli ultimi anni un calo di produzione, dovuto a diversi fattori come la diminuzione della raccolta del latte, fusioni ed incorporazioni di latterie e caseifici, difficoltà di inserirsi nei nuovi mercati, una serie di problematiche evidenziate dall’ultimo report di Veneto Agricoltura.

Infatti, a questo prodotto tipico di alta qualità, Veneto Agricoltura ha dedicato un approfondimento speciale di “Itinerari nel lattiero caseario”, la newsletter su questo importante comparto dell’agroalimentare veneto che nel numero di settembre analizza proprio le caratteristiche di questo formaggio alpino dall’antica tradizione.

Il Montasio DOP, formaggio grasso a pasta dura e cotta, realizzato esclusivamente con latte crudo fresco la cui lavorazione non prevede né pastorizzazione, né sterilizzazione, né refrigerazione per tempi lunghi (fattori che ne mantengono inalterati i sapori genuini), ha origini antichissime: furono i monaci dell’abbazia di Moggio Udinese nel tredicesimo secolo ad affinare le antiche tecniche già utilizzate dai pastori negli alpeggi delle montagne dell’altipiano friulano Montasio. Nei secoli poi questa particolare lavorazione si diffuse progressivamente dalle vallate delle alpi Giulie e Carniche verso la pianura friulana e veneta, per approdare ai giorni nostri nei caseifici delle province di Belluno, Treviso, Venezia e Padova, così come certificato dal rigido disciplinare DOP.

Una diffusione capillare nelle tavole friulane e venete che tuttavia negli ultimi anni ha accusato una sensibile flessione: il Consorzio di Tutela del Montasio DOP sta attivando il rilancio del prodotto: il direttore del Consorzio Loris Pevere crede nella necessità di trovare nuove forme di promozione e valorizzazione del prodotto con campagne di marketing e comunicazione a livello nazionale e verso l’estero finalizzate a legare sempre più il Montasio al suo territorio. Il Consorzio sta inoltre sostenendo la diffusione presso la grande distribuzione moderna dove sta già ricevendo dei buoni riscontri.

Il numero di settembre di “Itinerari nel lattiero caseario” e consultabile on line nel sito di vento Agricoltura ( www.venetoagricoltura.org nella sezione osservatorio economico > servizi informativi).

 

Ufficio Stampa