Domenica, 19 Novembre 2017 CercaCerca  
03.10.08 'Grapperie aperte', piccola distilleria, grande qualità

A Conegliano, nel laboratorio di Veneto Agricoltura, domenica Tavola Rotonda (ore 11.00) e degustazioni (ore 12.30), per lo spirito più nobile del Veneto.

 

Cercasi nasi spirito-si! Non è un casting per aspiranti clown ma un progetto regionale coordinato da Veneto Agricoltura che con l’ Istituto Grappa Veneta (IGV) sta formando in questi mesi 25 assaggiatori di grappe , individuati tra produttori, distillatori e membri dell’ANAG (associazione nazionale assaggiatori grappa). Il progetto, unico nel suo genere, verrà presentato domenica 5 ottobre a Conegliano (TV) presso la Distilleria Sperimentale di Veneto Agricoltura in occasione nella manifestazione “ Grapperie Aperte ”, l’evento organizzato dall’ Istituto Nazionale Grappa. La manifestazione ha l’obiettivo di avvicinare gli amanti e i neofiti di questo prodotto che, proprio nel Veneto, vanta un’antica tradizione di distillerie artigianali e, soprattutto, una grande schiera di estimatori.

I corsisti, al termine del percorso formativo biennale in atto, diventeranno degli esperti in grado riconoscere e individuare, attraverso l’ analisi sensoriale , le caratteristiche della vera “ grappa veneta ”, prodotto che la Regione vuole tutelare con un marchio di qualità . Compito dei formatori sarà proprio cercare di affinare e uniformare i sensi di questi futuri “giudici”, in modo tale da individuare i fondamentali requisiti qualitativi propri della grappa veneta. Questi esperti poi costituiranno la “ Commissione d'assaggio della Grappa Veneta ” che assegnerà il marchio regionale di qualità a quei prodotti che supereranno le analisi sensoriali.

Naturalmente i giudici dovranno affinare olfatto, vista, gusto e anche tatto (al palato, la grappa ha una sua consistenza e densità) e dovranno saper interpretare e valutare anche le analisi chimiche e isotopiche , test quest’ultimo che riesce ad individuare la provenienza della vinaccia (da uve precoci o passite) e del vitigno (internazionale, nazionale o autoctono). Difficile uniformare il metro di giudizio: le caratteristiche della grappa, si sa, sono un profumo molto intenso e un gusto assai forte; ma non tutte le grappe sono uguali, come pure i nasi e i palati degli stessi assaggiatori.

Il corso, ambizioso e originale, si tiene presso la sede di Thiene (VI) di Veneto Agricoltura ed è inserito in un più articolato progetto che mira a promuovere e tutelare la “Grappa Veneta” diffondendo tra gli operatori del settore la cultura della qualità . L’iniziativa infatti non si esaurirà al termine del progetto (previsto per il prossimo anno), ma si replicherà attraverso la formazione continua degli esperti e dei produttori. Un percorso lungo e complesso, al quale però anche i comuni estimatori potranno avvicinarsi provando ad affinare le proprie capacità sensoriali durante la degustazione guidata che verrà effettuata domenica nel corso di “Grapperie aperte” alle 12.30 sempre alla Distilleria Sperimentale di Conegliano; alle 11.00 invece si terrà una tavola rotonda su “La Commissione d'assaggio della Grappa Veneta - un'opportunità per tutto il settore” a cui parteciperanno esperti ed produttori di questa nobile tipicità veneta.

 

Ufficio Stampa