Venerdì, 17 Novembre 2017 CercaCerca  
31.03.09 Ambiente e territorio, rinascono i boschi nella pianura veneta

Giovedì 2 aprile a Legnaro-PD (ore 9.00 - Corte Benedettina), 2° “Giornata della Biodiversità” dedicata ai boschi planiziali. Venerdì 3 aprile visita guidata dei boschi di S. Stino di Livenza (VE) e Villaverla (VI)

 

Boschi nella pianura veneta? Ce n’erano molti, ma a causa della deforestazione, iniziata all’epoca della colonizzazione romana e proseguita con fasi alterne fino ai giorni nostri, sono ormai sopravvissuti solo piccoli lembi di bosco, incastonati tra i campi agricoli e le città. Oggi, grazie ad una moderna concezione del territorio, stanno progressivamente aumentando le iniziative di impianto di nuovi boschi di pianura, incentivati anche da recenti leggi regionali e progetti locali.

Di questa nuova “era di rimboschimento” si discuterà giovedì 2 aprile alla Corte Benedettina di Legnaro (PD) nel corso della “Seconda giornata della Biodiversità” organizzata da Veneto Agricoltura. Esperti dell’Azienda Regionale, del Ministero Politiche Forestali, degli enti regionali e del mondo accademico si confronteranno sulle diverse iniziative realizzate nel Veneto, territorio che conta oltre 215 ettari di nuovi boschi e 7 di parchi e aree verdi attrezzate, piantati grazie ai contributi regionali stanziati ai comuni. Sono 36, e concentrati nelle province di Venezia, Vicenza e Verona, i progetti di rimboschimento planiziale già ultimati, con l’impianto di alberi e arbusti rigorosamente di provenienza locale (come la farnia, il carpino bianco, il frassino ossifillo) e certificata.

Gli argomenti trattati del convegno saranno poi approfonditi “sul campo” il giorno successivo, venerdì 3 aprile, con una visita guidata presso il bosco di Bandiziol e Prassaccon, il più grande intervento unitario di ricostituzione di aree boschive di pianura del Veneto (San Stino di Livenza – VE) e presso l’area APS (Villaverla – VI), quale esempio di nuovo bosco di pianura in zona di risorgive. Un pullman partirà dal piazzale antistante la Corte Benedettina di Legnaro alle ore 8,30 e rientrerà per le 17,30 circa. La visita (previa iscrizione obbligatoria, e-mail divulgazione.formazione@venetoagricoltura.org) è realizzata in collaborazione con l’Associazione Forestale del Veneto Orientale.

 

Ufficio Stampa