Lunedì, 20 Novembre 2017 CercaCerca  
04.05.09 Biologico, terra e acqua

Mercoledì 6 maggio, nei centri sperimentali di Veneto Agricoltura di Porto Tolle e Rosolina (RO), giornata ”in campo” con dimostrazioni di acquacoltura biologica e gestione del terreno agricolo bio.

 

Acqua e terra, due elementi naturali che l’uomo, nel corso dei millenni, è riuscito a coltivare e sfruttare, talvolta in maniera eccessivamente intensiva, rischiando di impoverirli inesorabilmente. L’agricoltura biologica, attraverso particolari tecniche agricole come l'interramento di apposite colture (sovescio), la rotazione delle coltivazioni o la concimazione con prodotti organici, contribuisce a ridare fertilità ai terreni in modo naturale.

Nell’ambito del “Piano regionale di intervento per il rafforzamento e lo sviluppo dell’agricoltura biologica”, Veneto Agricoltura terrà, mercoledì 6 maggio, una giornata dimostrativa presso il Centro Ittico “Bonello” a Porto Tolle (RO) e il Centro Sperimentale Ortofloricolo “Po Di Tramontana” a Rosolina (RO), entrambe strutture dell’Azienda Regionale.

Al “Bonello” da circa un anno si stanno portando avanti due progetti di acquacoltura biologica, in particolare del branzino: i tecnici di Veneto Agricoltura, nel corso della mattinata, effettueranno una pesca di prova di branzini biologici nutriti con mangimi bio certificati e lasciati crescere in vasche a bassa densità (per garantire un maggior benessere animale). Successivamente, metteranno a confronto i branzini bio con quelli allevati in modo “convenzionale” per valutarne le differenze. Ai laboratori dell’Università di Padova, che collaborano al progetto, spetterà il compito di studiarne le qualità organolettiche.

Al centro sperimentale “Po di Tramontana” di Rosolina, l’intera giornata sarà invece dedicata alla gestione del suolo e all’insegnamento delle pratiche che ne riducono il compattamento: dalle 9 alle 12.30 il programma prevede l’illustrazione, da parte degli esperti di Veneto Agricoltura e dell’Università di Padova, delle tecniche agronomiche virtuose da applicare ai terreni biologici per migliorare la fertilità. Nel pomeriggio, dalle 14 alle 17, visita guidata alle prove sperimentali e ai campi catalogo dei sovesci autunno-primaverili.

 

 

Ufficio Stampa