Lunedì, 20 Novembre 2017 CercaCerca  
13.07.09 Valdastico (VI), primo centro di quarantena in italia per le trote

Il Centro Ittico di Veneto Agricoltura ha realizzato un’innovativa unità di quarantena per salvaguardare la trota marmorata e altre specie ittiche delle acque interne a rischio estinzione. Primo esempio in Italia, e tra i primi in Europa, migliorerà variabilità genetica dei pesci allevati.

 

Stanno già arrivando da tutt’Italia, e anche dall’estero, le prime richieste per poter visitare l’unità di quarantena per le trote che Veneto Agricoltura ha realizzato presso il suo Centro Ittico “Valdastico”, sito nell’omonima località pedemontana vicentina. Si tratta di un innovativo impianto che consente di “ospitare” partite di fauna ittica selvatica che vive nelle acque interne, soprattutto trote marmorate tipiche di queste zone, isolarle per il periodo necessario alla valutazione di possibili rischi virali e, una volta completata la quarantena, trasferire il materiale ittico nelle vasche del Centro per la crescita e la successiva riproduzione.

Questo sistema permette infatti di introdurre materiale selvatico, catturato in una zona o compartimento non dichiarati indenni da malattia virali come la SEV (setticemia emorragica) e NEI (necrosi ematopoietica infettiva), in un impianto ittico indenne controllato dal servizio veterinario dell’Azienda sanitaria locale competente per territorio. Qui i lotti appartenenti ai diversi ceppi di trota marmorata selvatica, dopo accurati studi genetici volti a confermarne la purezza degli individui, saranno svezzati e contribuiranno, attraverso ripopolamenti mirati, alla tutela della specie nell’intera regione.

L’iniziativa si inserisce infatti in un progetto per la salvaguardia della trota marmorata , specie endemica del distretto Padano-Veneto in pericolo di estinzione. L’unità di quarantena consente inoltre di migliorare la variabilità genetica degli individui allevati, poiché evitando la consanguineità nella riproduzione, ovvero l’utilizzo di stock imparentati, si rafforza la specie stessa.

La prima partita di avannotti di trota marmorata ad essere testata, frutto di riproduttori selvatici provenienti dall’incubatoio “Trota per marmoratus” della zona del Montello, Bacino Piave in provincia di Treviso, ha concluso alcuni giorni fa la quarantena: le trotelline hanno poi fatto ingresso nell’Impianto di Valdastico per lo svezzamento e poi saranno pronte per la riproduzione.

 

 

 

Ufficio Stampa