Mercoledì, 22 Novembre 2017 CercaCerca  
30.07.09 Cansiglio (BL-TV), una grande festa per scoprire la cultura dei cimbri

Nella famosa foresta dell’Alpago, sabato 1 e domenica 2 agosto, per la festa di San Osvaldo, rievocazione delle tradizioni del popolo Cimbro, escursioni nei boschi, giochi forestali e stand enogastronomici con prodotti tipici.

 

Peso del “zoc” (ceppo), taglio del faggio con la sega, misura del palo metrico… giochi d’altri tempi, anzi di altri secoli, dell’epoca in cui (fine del 700 a.C.) il Cansiglio veniva “colonizzato” dall’antico popolo germanico dei Cimbri, gente di montagna che qui ha trovato un luogo ideale per lavorare il legno e pascolare il bestiame.

A far rivivere le antiche tradizioni di questa popolazione, una grande festa organizzata per sabato 1 e domenica 2 agosto dall’Associazione Culturale Cimbri del Cansiglio in collaborazione con Veneto Agricoltura che gestisce il territorio in quanto demanio forestale regionale.

Presso il villaggio cimbro di Pian Osteria (località del Cansiglio), antistante il MUC (Museo Regionale dell'Uomo in Cansiglio "Anna Vieceli") di Veneto Agricoltura, si terranno tanti eventi ed escursioni guidate per festeggiare il patrono, San Osvaldo, protettore tedesco della gente di montagna: si comincia sabato pomeriggio alle 14.00 con la visita guidata ai resti del villaggio cimbro a Pian Canaie Vecio (ritrovo al MUC), alle 19.30 una gustosa cena rustica e a seguire alle 21.00 proiezione di filmati sull’altipiano.

Domenica 2 agosto alle 9.00 avranno inizio le dimostrazioni dei “Cimbri scatoleri”, artigiani che ripropongono la tradizionale lavorazione delle aste di faggio da trasformare in setacci e contenitori; alle 12.30 pranzo con lo spiedo e alle 15.00 l’inaugurazione della biblioteca e mediateca delle minoranze etnico-linguistiche, presso il MUC.

Il clou della festa sarà alle 17.00 con l’apertura dei giochi tradizionali forestali: i boscaioli, mestiere ancora in auge ma oggi supportato dalla tecnologia, si sfideranno prima a tagliare con vecchie seghe tronchi di faggio; dovranno poi dimostrare la loro abilità indovinando degli stessi, ad occhio, peso e lunghezza; quindi corsa con le slitte e cena rustica, animata da balli e canti tradizionali.

Ma oltre alla festa di San Osvaldo, il Cansiglio d’estate sa offrire tante altre opportunità per scoprire uno dei boschi più affascinati e ricchi di bellezze naturalistiche di tutta Europa: il Giardino Botanico Alpino di Veneto Agricoltura (visite guidate tutti i sabato e domenica alle 11 e alle 15.30), i principali siti archeologici paleolitici della foresta (escursione sabato 1 agosto alle 9.30) o conoscere l’evoluzione dell’ecosistema boschivo (domenica 2 agosto ore 9.30).

Da non perdere poi, due belle mostre fotografiche curate da Veneto Agricoltura sui “Fiori del Cansiglio” (fino al 29 agosto, Giardino Botanico) e sulle “Foreste d’Europa” (sala Code – Bar Bianco), con tante spettacolari immagini di boschi provenienti dai 27 Paesi europei.

Il programma del “Cansiglio Estate 2009” è scaricabile dal sito www.venetoagricoltura.org > educazione naturalistica > turismo naturalistico.

 

Ufficio Stampa