Venerdì, 20 Ottobre 2017 CercaCerca  
05.08.09 Le decisioni dell’Italia sulla Health Check

agricolturaGli Stati membri hanno comunicato alla Commissione europea le decisioni nazionali sull’applicazione dell’ultima riforma della PAC (Health check). Le scelte dell’Italia, giunte dopo la Conferenza Stato-Regioni di fine luglio, presentano molte conferme ed alcune sorprese: è stata esclusa la regionalizzazione; nel 2010 sarà attuato il disaccoppiamento dell’aiuto alla qualità del grano duro e nel 2011 per il pomodoro; il limite minimo per accedere alla PAC rimane a 100 euro/azienda. Queste a altre ancora sono decisioni importanti perché completano le norme della politica agricola europea per un periodo di quattro anni, dal 2010 al 2013. Le scelte italiane sull’Articolo 68 (sostegno specifico volontario), previsto dalla Health check per il periodo 2010-2013, hanno premiato i bovini da carne (51,25 milioni di euro), il latte ((40), il tabacco (21,5) e la barbabietola (14). Tale forma di sostegno consente agli Stati membri di utilizzare un plafond fino al 10% del massimale nazionale dei pagamenti diretti per nuove misure decise, appunto, a livello nazionale.