Venerdì, 24 Novembre 2017 CercaCerca  
20.10.09 Sabato 24 ottobre, porte aperte ai centri di eccellenza di Veneto Agricoltura

Per il decennale, visite guidate in alcune sedi dell’Azienda regionale in cui prendono vita i progetti sperimentali.

 

In occasione del decimo anniversario di Veneto Agricoltura, sabato 24 ottobre sarà possibile visitare 8 dei 16 centri che costituiscono il braccio operativo dell’Azienda regionale e in cui si concentrano le attività e i progetti per il settore primario.

Porte aperte dunque all’Azienda pilota e dimostrativa di “Vallevecchia” a Caorle (VE) dove oltre ai progetti di valorizzazione naturalistica e di conservazione dell’acqua, si sperimentano coltivazioni a basso impatto ambientale, colture bioenergetiche come l’olio di colza e legno cippato. Sempre in provincia di Venezia, si potrà visitare il Centro di educazione naturalistica del “Bosco Nordio” a Chioggia che seppur tra mille vicissitudini storiche è antico esempio (più di 1000 anni) di relitto di foresta nel litorale adriatico, caratterizzato da rare specie di flora e fauna selvatica.

In provincia di Treviso, visite al Centro regionale per la viticoltura, l’enologia e la grappa di Conegliano dove si studiano e si conservano vitigni antichi e si selezionano varietà di vite per migliorare la qualità dei vini veneti. Non lontano da Conegliano, a cavallo con la provincia di Belluno, c’è il bosco Cansiglio gestito in modo sostenibile (certificazione PEFC) dal Centro forestale di Veneto Agricoltura: oltre alla faggetta più bella d’Europa (in questi giorni pennellata di intense tonalità autunnali), si potrà visitare l’ex Caserma Bianchin attualmente interessata da un complesso progetto di riqualificazione ad opera di Veneto Agricoltura.

Fiore all’occhiello dell’Azienda regionale nella provincia di Rovigo è il Centro sperimentale ortofloricolo “Po di Tramontana” a Rosolina, dove si effettuano prove varietali, sperimentazioni su ortaggi, fiori, piante e si valorizzano i prodotti tipici veneti.

In provincia di Vicenza apriranno le porte due importantissimi centri di Veneto Agricoltura: l’Istituto per la qualità e le tecnologie agroalimentari di Thiene, storico centro di ricerca applicata per il controllo e la valutazione della qualità degli alimenti, e il Centro vivaistico e per le attività fuori foresta a Montecchio Precalcino che, a livello nazionale, svolge un’attività “allevamento” di piante e alberi autoctoni per la difesa della biodiversità.

Da non perdere la visita al Centro di divulgazione e formazione professionale presso la “Corte Benedettina” di Legnaro in provincia di Padova. Oltre ad ammirare il recupero architettonico di un complesso benedettino millenario, si potranno conoscere tutte le ultime novità su corsi, seminari e convegni che l’Azienda Regionale costantemente organizza a supporto e per lo sviluppo del settore primario veneto.

Nella homepage del sito www.venetoagricoltura.org è attivo il link per consultare il programma completo del 24 ottobre di tutte le sedi aperte per il decennale.

 

Ufficio Stampa