Venerdì, 24 Novembre 2017 CercaCerca  
27.10.09 Farmers market, un fenomeno sotto la lente

In Italia 120, fra poco 180. In Veneto sono 42, dato in crescita. Bene Venezia, Treviso, Verona. Giovedì 29 ottobre alla Corte Benedettina (Legnaro, PD ore 8.30), seminario di Veneto Agricoltura su evoluzione e sviluppi dei “mercati del contadino”.

 

Il “farmers market”, ovvero i “mercati del contadino”, forma di vendita diretta in continua evoluzione, che nel 2008 contava in Italia più di 120 farmers market e altri 60 in via di costituzione (www.mercatidelcontadino.it), è un’occasione di risparmio per il consumatore o piuttosto mezzo per valorizzare le produzioni agricole e i redditi del produttore?

A questa nuova realtà è dedicato un interessante approfondimento che Veneto Agricoltura, in collaborazione con la Federazione Regionale degli Ordini degli Agronomi, terrà giovedì 29 ottobre (dalle 8.30) presso la Corte Benedettina a Legnaro (PD).

Pioniere del settore è la Lombardia (più di 30 farmers market, circa il 26% del totale nazionale), poi Emilia Romagna (19, il 15% del totale) e Toscana con (15, pari al12%). Il Veneto è in quarta posizione, con 13 mercati avviati (10% del totale nazionale) e due in fase di costituzione.

Oltre a dati e valutazioni sulle diverse realtà nazionali ed europee dei farmers market, saranno presentati i primi risultati di una indagine realizzata da Veneto Agricoltura attraverso interviste dirette a produttori e a consumatori.

Dai primi risultati dell’indagine di Veneto Agricoltura sul nostro territorio, risulta che i farmers market costituiti su iniziativa delle amministrazioni comunali e attivi a luglio 2009 erano ben 42: prevale la provincia di Venezia con 14 mercati attivi (33% del totale regionale), seguita da quella di Treviso con 9 (21%) e Verona con 8 (19%); 4 mercati sono sorti in provincia di Rovigo, 3 ciascuno a Vicenza e Padova e uno solo a Belluno.

La maggior parte (33 mercati, 78%) ha cadenza settimanale, 4 mercati si svolgono invece con una frequenza quindicinale (9%), 3 si effettuano mensilmente e 2 hanno più aperture settimanali.

Da 10 a 16 i produttori presenti in media in ogni farmers market, circa il 50% dei quali vende ortaggi e frutta. L’altra metà dei partecipanti vende vino, carne e insaccati, fiori e miele; in alcuni mercati si possono trovare anche latte e prodotti caseari, marmellate e conserve, prodotti da forno e uova.

 

 

Ufficio Stampa