Venerdì, 24 Novembre 2017 CercaCerca  
12.11.09 Produttività del lavoro agricolo, Veneto tra i primi in Europa

Il Veneto ai primi posti in Europa per produttività per addetto: gli occupati in agricoltura veneti, infatti, risultano essere tra i migliori a livello europeo per valore aggiunto realizzato.

In una graduatoria ipotetica dei 27 Stati Membri dell’Unione Europea, il Veneto occuperebbe il quarto posto per valore aggiunto lordo per addetto, pari a circa 31.600 euro. Un dato inferiore solamente a quello dei Paesi Bassi (34.800 euro/occupato), della Francia (33.300 euro/occupato) e del Lussemburgo (32.500 euro/occupato), ma superiore a quello dell’Italia, che si attesta a 27.300 euro/occupato e soprattutto a quello dell’Ue-27 che non supera i 12.500 euro/addetto.

Questo è quanto emerge dalle analisi effettuate dagli esperti del Settore Studi Economici di Veneto Agricoltura sui dati presenti nella banca dati Eurostat e dell’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) e riferiti all’anno 2007.

Ad incidere sul dato medio europeo sono i bassi valori di quasi tutti nuovi i Stati Membri, tra i quali la Romania che, collocandosi all’ultimo posto della graduatoria con circa 2.300 euro/addetto, evidenzia come esista una forte variabilità tra i paesi europei in termini di produttività del lavoro, intesa come rapporto tra il valore aggiunto lordo agricolo ed il numero di addetti in agricoltura di uno singolo stato.

La produttività per addetto in Veneto è cresciuta nel 2007 rispetto al 2000 (+6%), ma ad un tasso inferiore a quello medio dell’UE-27 (+27%) e italiano (+11,6).

Dalle analisi effettuate, è emerso che l’agricoltura italiana è tra le più importanti a livello europeo sia per quanto riguarda il valore della produzione agricola generato (47 miliardi di euro nel 2008, il 13% del totale comunitario che raggiunge i 377 miliardi di euro), sia, soprattutto per la capacità di creare valore aggiunto (26 miliardi di euro). L’Italia contribuisce dunque per una quota superiore al 17% alla formazione del valore aggiunto agricolo dell’Unione Europea (149 miliardi di euro), posizionandosi al secondo posto dietro solo alla Francia.

Note non positive provengono dalla produttività per azienda, intesa come rapporto tra il valore aggiunto agricolo lordo ed il numero di aziende di uno singolo stato. Il dato nazionale non è tra i migliori a livello europeo; con un valore di 15.000 euro/azienda, l’Italia supera la media dell’Ue-27 ma rimane comunque inferiore ai più importanti Stati Membri agricoli, come Francia (55.400 euro/azienda), Germania (40.500 euro/azienda) e Spagna (22.000 euro/azienda).

Le aziende agricole del Veneto sono leggermente più produttive rispetto alla media nazionale (16.100 euro/azienda), ma il dato è comunque più basso di quello di altri Stati europei, tra i quali Repubblica Ceca, Svezia, Finlandia e Lussemburgo.

Questa è una ulteriore conferma di come la realtà dell’Italia e della nostra regione sia costituita da una elevata presenza di aziende agricole, prevalentemente di piccole dimensioni, che risultano però essere scarsamente efficienti in termini di produttività se confrontate con quelle di altri stati europei, alcuni dei quali tradizionalmente meno vocati per l’agricoltura.

L’intero rapporto è scaricabile cliccando qui.

 

grafico