Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
08.03.10 Strategia UE 2020
europa La Commissione ha approvato la sua nuova strategia “Europa 2020 - una strategia per una crescita intelligente, duratura ed inclusiva”. Attraverso questo testo, che dovra essere adottato dal Consiglio dei Ministri entro la fine del mese di marzo, la Commissione individua cinque grandi obiettivi che gli Stati saranno invitati a convertire in obiettivi nazionali.
Vediamoli nel dettaglio:

1) il 75% della popolazione dai 20 ai 64 anni dovrebbe avere un'occupazione;

2) il 3% del PIL dell'UE dovrebbe essere investito nella ricerca e lo sviluppo;

3) gli obiettivi 20/20/20 in materia di clima e d'energia dovrebbero essere raggiunti (compreso il fatto di portare al 30% la riduzione delle emissioni se le condizioni adeguate sono soddisfatte);

4) il tasso d'abbandono scolastico dovrebbe essere riportato a meno del 10% ed almeno il 40% delle giovani generazioni dovrebbe conseguire un diploma dell'insegnamento superiore;

5) ridurre di 20 milioni il numero di persone minacciate dalla povertà.

Per realizzare i punti sopra esposti, 7 sono le iniziative che la Commissione europea propone di porre in essere:

1) “Un’Unione dell'innovazione”: per migliorare le condizioni-quadro e l'accesso ai finanziamenti per le R&S per garantire che le idee innovative possano essere trasformate prodotti e servizi;

2) “gioventù in movimento” per rafforzare la prestazione dei sistemi educativi e facilitare l'entrata dei giovani sul mercato del lavoro;

3) “Una strategia digitale per l'Europa” per accelerare l'avvio di Internet ad alto flusso affinché le imprese e le famiglie fruiscano dei vantaggi di un mercato digitale unico;

4) “'Un’Europa economa in risorse” per aumentare la crescita economica dell'utilizzo delle risorse, per favorire il passaggio ad un'economia a scarsa emissione di CO2, aumentare le fonti d'energia rinnovabile, modernizzare il settore dei trasporti e promuovere l'efficienza energetica;

5) “una politica industriale per una crescita verde” per migliorare l'ambiente delle imprese, in particolare delle PMI, e sostenere lo sviluppo di una base industriale forte e duratura, in grado di affrontare la concorrenza mondiale;

6) “una strategia per le nuove competenze e le nuove occupazioni” per modernizzare i mercati del lavoro e permettere alle persone di sviluppare le loro competenze nel corso della vita;

7) “una piattaforma europea contro la povertà” per garantire una coesione economica, sociale e territoriale aiutando le persone in situazione di povertà e d'esclusione sociale e permettendo loro di partecipare attivamente alla società.

Per maggiori informazioni: http://ec.europa.eu/eu2020/