Giovedì, 19 Ottobre 2017 CercaCerca  
23.03.2010 Etichettatura: passi avanti importanti

etichettatura prodotti alimenatriI membri della Commissione ambiente, della salute pubblica e della sicurezza alimentare del Parlamento europeo si sono espressi favorevolmente sulla proposta di regolamento relativa all'informazione dei consumatori sui prodotti alimentari.
La Commissione agricoltura, infatti, aveva avanzato (nel gennaio 2008) una serie di emendamenti sulla legislazione comunitaria in materia di etichettatura modificando l’etichettatura generale e l’etichettatura nutrizionale.
Via libera quindi all’indicazione dell'obbligatorietà in etichetta del luogo di provenienza per carne, pollo, prodotti lattiero-caseari, frutta fresca, vegetali e altri prodotti mono ingredienti quali la passata di pomodoro. Inoltre, i parlamentari intendono aggiungere all'elenco delle indicazioni obbligatorie (valore energetico, quantità di lipidi, di acidi grassi saturati, di glucidi, di zucchero e di sale) le proteine, le fibre e l'acido grasso di origine naturale e industriale. Ritengono che tutti i valori nutrizionali obbligatori dovrebbero figurare sulla faccia anteriore della confezione; il valore energetico sulla parte frontale della confezione dovrebbe figurare un riferimento molto visibile al tasso di calorie per 100 grammi o 100 ml.
Tutti gli altri valori nutrizionali come i tassi di proteine, di vitamine o di sali minerali dovrebbero invece figurare sulla parte posteriore dell'imballaggio.
Infine è stato scongiurato l'ennesimo tentativo di introdurre un sistema di etichettatura nutrizionale segnaletica (Multiple traffic ligths) già diffuso nel Regno Unito e che, se fosse stato esteso a tutta l'Unione Europea, avrebbe rischiato di indurre il consumatore in erronee interpretazioni.