Mercoledì, 13 Dicembre 2017 CercaCerca  
31.05.2010 Nuovi cereali: un valore aggiunto per la salute

foto pane cereali40 organizzazioni provenienti da 15 Stati membri dell’UE, tra cui Belgio, Germania, Ungheria e Polonia hanno condotto alcune ricerche di alto livello sui benefici per la salute relativamente ai contenuti dei cereali integrali, coordinata dal Centro di ricerca tecnologica finlandese (VTT).
Il progetto di ricerca, denominato “Health Grain” è stato finanziato dall’Unione Europea per un importo di 11 milioni di euro attraverso il 6° programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico. Iniziato nel giugno 2005 si concluderà il prossimo 31 maggio 2010.
L'obiettivo principale dei ricercatori era quello stimolare lo sviluppo di alimenti a base di cereali ricchi di nutrienti e dai costi contenuti, che contenessero determinate caratteristiche e che fossero pertanto in grado di prevenire alcune tipologie di malattie, come ad esempio le malattie cardiovascolari e il diabete.
La ricerca condotta ha dimostrato che l'apporto di fibre, vitamine e minerali dei cereali varia considerevolmente a seconda delle diverse varietà. Infatti, l'apporto di fibre di alcune particolari varietà è quadruplo rispetto ad altre.
Accanto ai risultati scientifici ottenuti il progetto “Health Grain” ha istituito un'attiva rete di organizzazioni di ricerca, aziende e associazioni dei consumatori, che continuerà a esistere anche dopo la fine formale del progetto.
Per maggiori informazioni: http://www.healthgrain.org/