Lunedì, 11 Dicembre 2017 CercaCerca  
02.02.11 Globalizzazione, un'opportunità

L’agricoltura veneta, in “Conferenza” l’11 Febbraio p.v., non ha paura dei mercati, chiede strumenti, pensa a sinergie con le Pmi, guarda fiduciosa alla nuova PAC, con l’orgoglio di essere volano di crescita.

La globalizzazione per il comparto agricolo, non deve essere colta solo per gli effetti negativi ma come volano di opportunità e nuovi mercati. Così sindacati agricoli, università, centri di ricerca, Veneto Agricoltura, cooperazione, i partecipanti cioè al seminario “Globalizzazione dei mercati e nuovi strumenti d’intervento per un’agricoltura competitiva” secondo incontro della “road map” voluta dall’Assessore regionale all’Agricoltura Franco Manzato per arrivare preparati alla Conferenza regionale sull’Agricoltura e lo Sviluppo rurale in programma alla Fiera di Padova il prossimo venerdì 11 Febbraio (ore 9,00).

Coordinato da Corrado Giacomini, autorevole economista dell’Università di Parma, il seminario ha ribadito che non si può tornare a forme di protezionismo, che porterebbero a reazioni di chiusura da parte dei mercati emergenti, né è proponibile la razionalizzazione delle politiche perché nel mercato globale la sfida è tra sistemi e non tra paesi, superati spesso dalle stesse multinazionali. Strategici sono perciò i collegamenti delle piccole e medie imprese (Pmi) con le supply chain globali (che servono a stabilire e mantenere una rete di fornitura eccellente in un contesto competitivo) e favorire l’accesso all’informazione, alla tecnologia, alla finanza e al reperimento di risorse umane qualificate.

Le politiche agricole devono creare le condizioni per reagire alle implicazioni negative del fenomeno “globalizzazione”. Ma perché ciò abbia successo serve un nuovo atteggiamento degli imprenditori agricoli sia verso il mercato, che verso la PAC (Politica agricola comune). Sapranno così cogliere le opportunità di uscire dalla logica delle commodities offerta dall’obiettivo della sostenibilità ambientale.

L’agroalimentare veneto necessita poi di interventi differenziati, conclude l’analisi del seminario tenutosi a Veneto Agricoltura. Vi sono infatti imprese a dimensione nazionale ed internazionale. Sarà la parola “aggregazione”, la chiave per aprire la porta alle nuove chance.

Tutti i materiali sono disponibili sul sito www.venetorurale2013.org

Ufficio Stampa