Lunedì, 11 Dicembre 2017 CercaCerca  
Agriconfronti europei: la produzione di carne bovina

Il comparto zootecnico riveste nel Veneto un ruolo da protagonista con oltre il 40% del valore della produzione agricola. All’interno del comparto il peso del segmento dell’allevamento bovino da carne è altrettanto rilevante, con un valore della produzione stimato per il 2010 pari a circa 450 milioni di euro.

Il Veneto risulta essere un regione di lunga tradizione nella produzione di carne bovina per le favorevoli condizioni ambientali, in particolare grazie al felice abbinamento con una fonte energetica di primaria qualità alimentare come il mais, che riesce ad esprimersi nella nostra regione ai massimi livelli. Ciò ha consentito lo sviluppo del fiorente segmento dell’allevamento del vitellone da carne, per la produzione di carne dalle caratteristiche apprezzate sul mercato. Infatti il Veneto, benché povero di animali da ristallo che importa soprattutto dall’estero, ha saputo conquistarsi un ruolo di rilievo nel panorama nazionale della produzione di carne bovina raggiungendo la posizione di leader nazionale con circa il 25% della produzione (27% circa nel segmento vitelloni e manze).

Risulta quindi interessante confrontare l’andamento produttivo del comparto bovino da carne e del segmento vitelloni e manze con quello dei maggiori produttori europei e dei nuovi Stati membri, per verificare le eventuali difformità delle linee di tendenza. Si è preso come periodo di confronto quello relativo agli ultimi 10 anni, caratterizzato dall’uscita dalla BSE e, negli ultimi anni, dalla tensione sui prezzi nei mercati mondiali per le materie prime alimentari zootecniche.

scarica il rapporto completo