Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
ALERTINF: MODELLO DI PREVISIONE DELLE EMERGENZE PER IL CONTROLLO DELLE INFESTANTI DEL MAIS IN VENETO
La gestione delle infestanti è una pratica fondamentale nella coltivazione del mais.
Conoscere la dinamica con cui le infestanti emergono, significa poter stimare quante piante è possibile eliminare con un intervento eseguito in un preciso momento  e quante invece sfuggiranno al trattamento emergendo successivamente; la conoscenza di tale dinamica può quindi indicare se sia più conveniente intervenire subito o se sia più opportuno aspettare.
Numerosi sono gli studi sulla dinamica di emergenza che hanno come scopo la creazione di modelli in grado di prevederla. I modelli più recenti considerano temperatura e potenziale idrico del suolo come i fattori più importanti nel regolare l’emergenza; si basano cioè sul concetto di “tempo idrotermico”.
AlertInf, è pertanto un modello elaborato dal Dipartimento di Agronomia Ambientale dell’Università di Padova per prevedere le emergenze delle principali malerbe del mais che è stato adattato ed organizzato dal 2008 per offrire un servizio web interattivo per gli agricoltori della Regione Veneto.

Il servizio è disponibile sulla pagina internet (vai alla pagina dedicata) ed è semplice e intuitivo in quanto l’utente deve solo selezionare la o le specie infestanti di interesse, indicare la zona dove si trova l’azienda (per scaricare i dati dalla stazione agrometeorologica più vicina) ed inserire la data di semina del mais. Dopo queste semplici operazioni il modello fornisce una stima della percentuale di emergenza dell’infestante selezionata. L’informazione fornita da AlertInf rappresenta la percentuale delle infestanti che sono già emerse sul totale delle piante che potenzialmente possono emergere fino a fine stagione. Tale informazione risulta utile per posizionare correttamente l’intervento di controllo, sia esso chimico o meccanico, massimizzandone l’efficacia ed evitando un ulteriore intervento, con un risparmio economico e di tempo.

Quando si utilizza AlertInf è importante ricordare che il modello non indica un numero assoluto di piante a metro quadro ma solo una percentuale sull’infestazione totale del campo a fine stagione.

Il singolo agricoltore dovrà valutare se il risultato fornito dal modello ad una certa data (es. 25% di malerbe emerse sul totale delle emergenze attese), suggerisce o meno di effettuare un particolare trattamento. Intervenire troppo precocemente (cioè con un numero di infestanti emerse troppo basso) potrebbe rivelarsi inopportuno in quanto la maggior parte delle infestanti è attesa da lì in avanti. D’altra parte, intervenire nel momento in cui la maggior parte delle infestanti è emersa (valori del modello intorno a 75-80%), potrebbe essere inefficace in quanto il danno prodotto dalle infestanti emerse sarebbe, per la magggior parte, già avvenuto.

Inoltre, una volta verificata la percentuale di emergenza con AlertInf, prima di decidere se effettuare il trattamento, è importante verificare in campo anche lo stadio fenologico raggiunto dalla specie di interesse, onde aumentarne l’efficacia.

Le specie infestanti considerate da AlertInf sono le seguenti:
- FARINACCIO Chenopodium album
- AMARANTO COMUNE Amaranthus retroflexus
- SORGHETTA Sorghum halepense
- CENCIO MOLLE Abutilon theophrasti
- PERSICARIA Polygonum persicaria
- ERBA MORELLA Solanum nigrum


Bibliografia:
Cacciatori G., Masin R., Zanin G., Zuin M.C., Alertinf: Modello di Previsione delle emergenze per il controllo delle Infestanti del Mais in Veneto. Atti del 11^ Convegno nazionale di Agrometeorologia AIAM “Innovazione Agrometeorologica per i Servizi e per la Ricerca”. S.Michele all’ Adige” (TN), 10 - 12 giugno 2008, in Rivista Italiana di Agrometeorologia, n°1-2008