Martedì, 24 Ottobre 2017 CercaCerca  
Newsletter I mercati del frumento, del mais e della soia n. 55 - Ottobre 2014

 

 

IN EVIDENZA

 

Una mazzata tremenda, un colpo da ko, soprattutto nei mercati locali.

Che il trend di fondo dei mercati futures delle principali commodities agricole quotati alla borsa merci di Chicago fosse ribassista era ormai chiaro da tempo, visto le premesse delle stime ottimistiche rilasciate dallo Usda, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati uniti, da aprile–maggio. Che le quotazioni rimarranno probabilmente sugli attuali livelli di prezzi raggiunti anche per il resto della campagna commerciale 2014/15, con inversioni di trend sempre possibili, ma di modesta ampiezza e breve durata…è fortemente ipotizzabile.

Ma che con l’avvio della nuova campagna, soprattutto nei mercati locali, i listini facessero un salto verso il basso così ampio…è stato veramente un brutto colpo. Stiamo parlando ovviamente di mais e soia, la cui campagna commerciale è iniziata a settembre. Tuttavia c’era da aspettarselo!

Infatti, nel periodo maggio-settembre, quindi in maniera anticipata di un paio di mesi rispetto alla realtà nazionale, anche i prezzi dei futures quotati a Chicago hanno perso il 35% del loro valore per quanto riguarda frumento e mais, mentre quelli della soia ha ceduto addirittura il 40%. Ritornando a guardare la situazione di casa nostra, anche il frumento, la cui campagna commerciale 2014/15 è iniziata a luglio, ha avuto uno scarto verso il basso di circa 20-30 euro/t, ma si è trattata di un’incidenza di circa il 10% rispetto ai prezzi del vecchio raccolto. Per il mais, il gap verso il basso è stato di circa 40 euro/t, pari a oltre il 20%, mentre il ribasso della soia è stato di circa 100 euro/t, il 25% dell’ultima quotazione precedente all’avvio della nuova campagna.

Nonostante nelle ultime settimane i listini stiano rifiatando, anche sulla scia dell’andamento delle principali piazze di contrattazione internazionali, per il futuro la situazione non sembra essere molto rosea: se si considerano le entità delle flessioni già registrate nelle borse merci mondiali, la situazione dei fondamentali di mercato (con una produzione record in molti paesi di mais e soia, un’offerta abbondante e scorte di completa sicurezza) e l’analisi tecnica, tutto lascia supporre che ci sia spazio ancora per ulteriori ribassi dei prezzi.

Per quanto riguarda il nuovo raccolto a livello locale, il frumento tenero, a fronte di un calo degli investimenti di circa il -15% (circa 90.000 ettari), viene stimato in aumento: positive le rese, che si prevede possano attestarsi a circa 6,5 t/ha, superiori di circa il 20% rispetto al pessimo 2013, mentre la produzione viene stimata a circa 575 mila tonnellate in crescita “solo” del 5% a causa del contestuale calo delle superfici messe a coltura. Per il mais, il buon andamento climatico permette di stimare rese produttive da record (circa 12 t/ha a livello regionale), con una produzione che in Veneto dovrebbe attestarsi a oltre 2,7 milioni di tonnellate (+20% rispetto al 2013) nonostante il calo delle superfici coltivate.Raccolto record anche per la soia: oltre all’aumento degli investimenti, che dovrebbero portarsi a oltre 100 mila ettari, anche le rese sono in crescita di circa il 25% (4,5 t/ha), favorite dal clima estivo, e la produzione potrebbe attestarsi a circa 5,5 milioni di tonnellate, un livello mai raggiunto prima in Veneto.

 

La redazione

 

Per scaricare la newsletter in formato pdf clicca qui.

 

 

INDICE: 

PREZZI E ANALISI TECNICA DEL MERCATO

Frumento 

Prezzi in ripresa nel breve periodo, ma il trend rimane ribassista 

Mercati locali: la produzione deprime i listini

Mais

La produzione record spinge i prezzi sempre più giù

Mercati locali: produzione record e i prezzi crollano con la nuova campagna

Soia

Da maggio prezzi in picchiata...e la discesa potrebbe non essere finita!

Mercati locali: produzione record e i prezzi saltano in basso

 

ANALISI DELLA DOMANDA E DELL’OFFERTA

Frumento

Situazione mondiale: aumentano tutti i fondamentali di mercato nella campagna 2014/2015

Situazione UE-28: per la prima volta UE-28 leader mondiale per l’export

Mais

Situazione mondiale: produzione record anche nel 2014/15. I consumi si impennano, cala il commercio mondiale, scorte sempre più su

Situazione UE-28: la produzione record dimezza le importazioni

Soia

Situazione mondiale: produzione record, i consumi crescono meno velocemente, scorte in forte aumento

Situazione UE-28: produzione da record nella campagna 2014/15

 

 

Redazione:

La redazione del testo è stata chiusa il 24 ottobre 2014.

Il progetto è coordinato da Alessandro Censori e Renzo Rossetto (Settore Economia, Mercati e Competitività). Il presente rapporto è stato realizzato da Renzo Rossetto, con la collaborazione di Marika Trevisan, per l’aggiornamento della Banca dati dei prezzi dei prodotti agricoli delle borse merci provinciali del Veneto.  

Rapporto edito da:

VENETO AGRICOLTURA

Azienda Regionale per i Settori Agricolo Forestale e Agroalimentare

Viale dell’Università, 14 - Agripolis - 35020 Legnaro (Pd)

Tel. 049/8293711 – Fax 049/8293815

e-mail: studi.economici@venetoagricoltura.org

sito web: http://www.venetoagricoltura.org/

Realizzazione editoriale: Renzo Rossetto (Veneto Agricoltura)

Supporto informatico: Paolo Zanatta (Veneto Agricoltura)

E’ consentita la riproduzione di testi, tabelle, grafici ecc. previa autorizzazione da parte di Veneto Agricoltura, citando gli estremi della pubblicazione.