Mercoledì, 13 Dicembre 2017 CercaCerca  
05.07.2011 La Prima Foresta demaniale d'Italia, Giazza 1911 - 2011

Sabato 09 luglio il “compleanno” con inaugurazione del “Sentiero del Centenario”, e convegni, iniziative, cori in piazza. Il comune di Selva di Progno per l’occasione chiude la strada per il Rifugio Revolto. Convegno celebrativo al “Boschetto” (ore 9,30).

Giazza (VR–VI) in festa sabato per il centenario. Per questo, su ordinanza del Sindaco di Selva di Progno, sarà chiuso al traffico dalle 09.00 alle 17.00 il tratto di strada Boscangrove-Rovereto, dalla località Giare alla località Revolto. (Info:    045/7847010  ). Comune, Corpo Forestale dello Stato, Provincia Autonoma di Trento, Provincia di Verona, Regione e Veneto Agricoltura, altri enti pubblici e privati, tutti sono impegnati a fare di questo un grande evento nell’Anno internazionale delle Foreste. Del resto si tratta di celebrare il centenario della prima foresta demaniale d’Italia, inaugurata nel 1911 (il 10 Agosto) dall’allora Ministro Francesco Saverio Nitti.

La giornata inizierà con il convegno celebrativo previsto alle 9,30, presso il Rifugio Boschetto, dove si sta allestendo una apposita tensostruttura. I partecipanti dovranno però lasciare le auto nel parcheggio presso l’area picnic “Le Giare”, dopo il paese di Giazza, e salire a piedi (10 minuti di passeggiata) o grazie ai mezzi messi a disposizione dell’organizzazione. Il transito, come detto, verrà interdetto fino alle 17,00. Alle 15.00 poi, la celebrazione ufficiale alla presenza delle autorità con l’inaugurazione del “Sentiero del Centenario”. Alle 21.00 infine, in piazza a Giazza, “I cori cantano la montagna”, concerto con i cori “Le Voci del Carega” di Selva di Progno, “El Biron” di San Giovanni Ilarione e “Ana San Maurizio” di Vigasio.

 

Ufficio Stampa