Sabato, 21 Ottobre 2017 CercaCerca  
26.07.2011 Chioggia (Ve), Bosco Nordio in festa, è Natale

Quattro piccole testuggini, frutto di un progetto, sono nate nella Riserva di Veneto Agricoltura. L’evento in un’area dove la Emys orbicularis si era estinta.

Sono poco più grandi di una moneta da un euro, e potevano anche passare inosservate, nascoste tra la folta vegetazione di uno stagno; ma le ricerche condotte dai tecnici di “Veneto Agricoltura” nella propria Riserva Naturale Integrale di “Bosco Nordio” a Chioggia (VE), hanno permesso di scoprire la loro presenza.

Si tratta di quattro minuscole testuggini palustri, della specie Emys orbicularis, le prime nate nel recinto di allevamento dove, dal 2003, nell’ambito di un progetto finanziato dalla Unione Europea e dalla Regione Veneto, viene ospitato un gruppo di una decina di questi animali.

L’obiettivo era proprio quello di ottenere la riproduzione della specie e ripopolare la Riserva di Bosco Nordio ed altre aree idonee.

La testuggine palustre è una specie in diminuzione, scomparsa da molte aree della Pianura Padana a causa delle attività antropiche. Questo rettile è protetto da diverse convenzioni internazionali ed è considerato, dalla Comunità Europea, una specie prioritaria tra quelle necessarie di protezione.

A Bosco Nordio si era estinta per la mancanza di ambienti adatti alla riproduzione. Nell’ambito delle attività di gestione condotte da Veneto Agricoltura, finalizzate ad aumentare la biodiversità della Riserva, sono state realizzate alcune bassure e stagni, nelle quali ora saranno liberate le piccole testuggini.

Le indagini che hanno consentito questa scoperta, condotte dall’erpetologo Luca Bedin e coordinate dai dottori Jacopo Richard e Federico Vianello di Veneto Agricoltura, sono ancora in corso e potrebbero riservare la piacevole scoperta di altri “neonati”. Intanto le quattro piccole testuggini sono state misurate, pesate, fotografate (foto disponibili su richiesta, 348.2407427) e liberate nel recinto di allevamento, in attesa che raggiungano le dimensioni idonee per essere rilasciate in libertà nella Riserva di Bosco Nordio.

 

Ufficio Stampa