Giovedì, 14 Dicembre 2017 CercaCerca  
27.09.2011 Cansilgio (Bl-Tv-Pn), Domenica, Open Day Foresta

Il 02 ottobre il Cansiglio apre le braccia. Nell’Anno Internazionale delle Foreste i tre gestori del “bosco da reme” della Serenissima Repubblica guideranno i visitatori in escursioni, mostreranno gli habitat, insceneranno abbattimenti. Aperti i musei. Il “piatto del forestale”

Cansiglio, una foresta per tutti: per il lavoro, lo studio, il tempo libero, la salvaguardia dell’ambiente. Domenica 02 ottobre, nell’Anno Internazionale ONU delle Foreste, il “Bosco da Reme” della Serenissima svelerà, ancora una volta, le sue peculiarità in un “Open Day” che ne esalterà la valenza culturale e ambientale.

Un patrimonio boschivo di 6.000 ettari circa gestito assieme dalla Regione Veneto tramite Veneto Agricoltura (4.350 ha, prov. BL e TV), dal Friuli Venezia Giulia (1500 ha, prov. PN) e dallo Stato (Corpo Forestale, 650 ha prov. BL e TV). Ritrovo fissato per le ore 09.00 nel piazzale del Rifugio San Osvaldo in Pian Cansiglio, dove sarà possibile informarsi o iscriversi alla giornata e partecipare alle visite guidate che si svolgeranno tra le 10.00 e le 14.30.

Sei i percorsi praticabili con lunghezza e difficoltà diverse. Tra questi il Sentiero dell’Altopiano e dell’Uomo in Cansiglio su una distanza di 5000 m per due ore e trenta circa di durata, curato da Veneto Agricoltura.

Nell’ambito della manifestazione si potrà anche assistere all’abbattimento di alcuni alberi e visitare aree forestali significative pernaturalità e biodiversità. Aperti e visitabili i due Musei dell’altopiano: il Museo Ecologico “G. Zanardo” gestito dal Corpo Forestale dello Stato e il Museo Regionale dell’Uomo “Anna Vieceli”–Centro Etnografico e di Cultura Cimbra, gestito da Veneto Agricoltura in collaborazione con l’Associazione Cimbri del Cansiglio. Inoltre, il Corpo Forestale della Regione Friuli Venezia Giulia allestirà una mostra di automezzi ed attrezzature.

Ultima novità e curiosità: i ristoratori locali proporranno ai presenti il “piatto del forestale”, con assaggio di polenta e funghi con formaggio o il tradizionale pastin.

 

Ufficio Stampa