Mercoledì, 18 Ottobre 2017 CercaCerca  
30.09.2011 Bressanvido (Vi), Nosoloalluvioni, l'acqua è risorsa

Difesa dall’acqua, risparmio dell’acqua, conservazione dell’ambiente. Servono bacini montani di contenimento, manutenzione, sistemi innovativi di infiltrazione delle falde, banche d’acqua. Questi gli argomenti dibattuti dagli esperti durante la festa della Transumanza.

Acqua, agricoltura, alluvioni, questi i temi trattati a Bressanvido (Vi) durante il convegnoAcqua e Agricoltura: disponibilità della risorsa idrica, sicurezza e ambiente organizzato dal Consorzio di bonifica “Brenta” e da Veneto Agricoltura, con il patrocinio del Comune e della locale Pro Loco.

Paolo Pizzolato Amministratore Unico di Veneto Agricoltura, ha ricordato il prezzo elevato pagato dal Veneto con l’alluvione dello scorso anno e insieme a Danilo Cuman, Presidente del Consorzio di Bonifica Brenta, ha ribadito la necessità inderogabile di imboccare la strada degli interventi strutturali come la creazione di nuovi bacini montani di contenimento. L’acqua come risorsa, come opportunità e non come un problema, in rapporto all’agricoltura è stato il filo conduttore dei contributi portati dai tecnici. E proprio il primario, ha ricordato Luigi De Lucchi della Regione Veneto, può concorrere a diminuire l’impatto degli eventi alluvionali di piena attraverso la manutenzione della rete idrografica minore tralasciata negli ultimi decenni. Determinante inoltre a tale scopo la creazione di bacini di laminazione funzionali alle esigenze idrauliche e attenti a quelle produttive. Difesa dall’acqua, conservazione dell’ambiente ma anche risparmio dell’acqua stessa. Su quest’ultimo aspetto, in particolare, si è sviluppato il contributo di Umberto Niceforo, direttore del Consorzio di Bonifica Brenta, ha presentato i sistemi innovativi di infiltrazione delle falde, al punto da renderle delle vere e proprie banche d’acqua, frutto di uno studio sviluppato in collaborazione tra il Consorzio e Veneto Agricoltura, che sta raccogliendo i plausi dei colleghi europei (in questi giorni Niceforo presenterà a Bruxelles la ricerca sulle aree di infiltrazione).

Giustino Mezzalira, Veneto Agricoltura, ha trattato i nuovi criteri di gestione naturalistica dei corsi d’acqua così come evidenziato nel Manuale recentemente predisposto dai tecnici dell’Azienda regionale. Un supporto tecnico, scaricabile on line (http://www.venetoagricoltura.org/basic.php?ID=3394), realizzato in collaborazione col Centro Italiano Riqualificazione Fluviale e Unione Veneta Bonifiche, sia per favorire interventi di riqualificazione ambientale dei canali consortili, che, unitamente alla sicurezza idraulica, massimizzare gli investimenti.

 

Ufficio Stampa