Mercoledì, 18 Ottobre 2017 CercaCerca  
06.10.2011 Chioggia (Ve), I 40 anni di Bosco Nordio

Domani (09.30 – 13.00) la giornata celebrativa dei 40 anni (1971 – 2011) della riserva. Centotredici ettari di biodiversità, rinaturalizzazione, percorsi didattici e momenti formativi. Presente l’Amministratore Unico Paolo Pizzolato.

Bosco Nordio è ormai “adulto” e domani (09.30 – 13.00) festeggerà il suo quarantesimo. Un compleanno che cade proprio nell’Anno Internazionale delle Foreste. Veneto Agricoltura quindi si accinge a celebrare l’evento con una giornata dedicata sia alle Scuole che alle Istituzioni che si sono succedute nella sua gestione, miglioramento e valorizzazione. Verranno così ripercorse le principali tappe di questi anni e l’evoluzione del concetto di conservazione del bosco, alla presenza di Paolo Pizzolato, Amministratore Unico di Veneto Agricoltura. Istituita nel 1971, la Riserva si estende su 113 ettari nel territorio di Chioggia (Ve) ed è stata oggetto nel tempo di interventi di rinaturalizzazione con la creazione di aree umide per l’incremento della biodiversità, formazione di dune, taglio ed eliminazione della vegetazione arborea ed arbustiva alloctona. Meta ogni anno di migliaia di visite di scolaresche e studiosi elenca tra gli interventi più recenti, che hanno esaltato le caratteristiche naturalistiche del sito e valorizzate le finalità educative e scientifiche, le operazioni di ripopolamento delle testuggini palustri (Emys Orbicularis) e il percorso didattico aperto a tutti; una opportunità quindi utilizzabile anche dai disabili, che andrà a completare la rete dei sentieri impiegata per le visite. Il percorso, della lunghezza di oltre un chilometro, permette di raggiungere la ”Casa Bosco Nordio”, un vero e proprio Centro di educazione naturalistica, dove sono allestiti pannelli interattivi e “diorami” a servizio del visitatore.

 

Ufficio Stampa