Mercoledì, 13 Dicembre 2017 CercaCerca  
06.03.2012 Agrofarmaci: due giorni importanti a Legnaro (Pd)

Un centinaio di addetti ai lavori all’iniziativa (sostenuta dal PSR) di Veneto Agricoltura, per utilizzare correttamente i prodotti, le macchine irroratrici e le miscele. Uno sguardo al futuro, alla sicurezza, all’ambiente. Nel 2014 la nuova Direttiva europea sugli agrofarmaci.

Trattamenti fitosanitari protagonisti a Veneto Agricoltura (Corte Benedettina) a Legnaro (Pd). Chiude oggi la due giorni di approfondimenti e formazione sulla sicurezza per l’ambiente, i consumatori e la salute promossi da Veneto Agricoltura, Agrofarma (Associazione delle imprese di agro farmaci) e UNACOMA (Associazione dei costruttori di macchine agricole). Più di cento tra tecnici, contoterzisti, rivenditori di macchinari e fitofarmaci hanno seguito l’intervento di Paolo Balsari (Università di Torino) e le dimostrazioni in campo delle attrezzature più innovative, tenutesi negli appezzamenti limitrofi. Gabriele Zecchin del Servizio Fitosanitario regionale veneto e Lorenzo Furlan di Veneto Agricoltura, hanno fatto conoscere le caratteristiche dei prodotti, i componenti delle macchine irroratrici e i principi che regolano la polverizzazione della miscela “fitoiatrica” (l’agrofarmaco) e il trasporto delle relative gocce verso il bersaglio.

L’iniziativa, tra le attività divulgative sostenute dal Programma di Sviluppo Rurale della Regione Veneto, è una delle attività promosse da Veneto Agricoltura, insieme a le sue aziende sperimentali, per accompagnare gli operatori agricoli alla scadenza del 2014, anno in cui entrerà pienamente in vigore la Direttiva 2009/128/CE sull’uso sostenibile degli agrofarmaci con l’adozione su larga scala dei principi della difesa integrata.

 

Ufficio Stampa