Giovedì, 19 Ottobre 2017 CercaCerca  
19.03.2012 D-Day Rivoluzione latte e formaggio

Mercoledì, primo giorno di primavera, a ValleVecchia (Caorle, Ve, ore 10,30) sbocciano i risultati della ricerca che “accresce l’attitudine casearia del latte”. Presenti Manzato e Pizzolato

Formaggio veneto alla conquista del mondo. Ancora di più con i risultati della nuova ricerca realizzata da Intermizoo per selezionare razze bovine con maggiore attitudine casearia. La "nuova frontiera", una vera e propria rivoluzione nel lattiero – caseario, verrà presentata Mercoledì 21 marzo 2012, ore 10.30, a ValleVecchia (Caorle, VE) nel nuovo “Centro Tori” da Intermizoo, Veneto Agricoltura, Veneto Cheese e Università di Padova.
Lo studio ha dimostrato come attraverso un’attenta selezione sia possibile allevare bovine le cui produzioni accrescono le rese in formaggio (maggiore quantità) e ne migliorano la qualità. Nella trasformazione casearia, che riguarda oltre il 75% del latte veneto, stiamo per assistere ad un incremento sostanziale dell’efficienza (più prodotto per unità di latte trasformata, a minori costi) e delle qualità organolettiche dei nostri formaggi (Grana Padano, Asiago, Piave, Casatella Trevigiana, ecc.).
I risultati del progetto, che ha visto insieme, come detto, l’Università di Padova, l’Intermizoo SpA (Centro di Produzione Genetica), Veneto Agricoltura e Veneto Cheese (Distretto che riunisce la gran parte delle Industrie Casearie regionali) verranno mostrati durante un work–shop condotto da Luigino Disegna (Veneto Agricoltura) con Martino Cassandro (Università di Padova), Emma Tealdo (Veneto Agricoltura) e Stefano De Poli (Arav) che spiegheranno l’attività dei laboratori di analisi. A seguire Denis Pretto di Intermizoo su selezione dei riproduttori e valutazioni genetiche.

 

Ufficio Stampa