Mercoledì, 18 Ottobre 2017 CercaCerca  
18.09.2012 Crisi, i finanziamenti all'agricoltura veneta verso il 2020

Venerdì 21 settembre (ore 10,00, Corte Benedettina a Legnaro-PD), la Regione Veneto farà il punto sulla nuova programmazione comunitaria 2014-2020 per il settore agricolo e rurale. I futuri finanziamenti europei per l’innovazione, la ricerca, la lotta ai cambiamenti climatici, le nuove tipologie di imprese agricole.

L’ennesima riforma della PAC, la Politica Agricola e rurale europea è alle porte. Commissione e Parlamento di Bruxelles stanno mettendo a punto le nuove regole con cui tutti gli agricoltori e i territori rurali dovranno fare i conti per il periodo che va dal 2014 al 2020. Le novità che si intendono introdurre non mancano ma al momento sono ancora poco chiare.

Per fare luce sulla prossima riforma e sulle opportunità che si aprono per le imprese agricole, la Regione Veneto organizza venerdì 21 settembre alle ore 10,00 presso la Corte Benedettina di Veneto Agricoltura a Legnaro-Pd una Conferenza che vedrà la partecipazione dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Franco Manzato, dell’europarlamentare Giancarlo Scottà e di numerosi esperti di livello europeo.

L’evento nasce dall’idea di affrontare le principali tematiche legate alle future politiche e ai prossimi finanziamenti europei per l’agricoltura in un’ottica nuova che pone l’accento su aspetti sempre più importanti quali l’innovazione, la ricerca, il cambiamento climatico, la sostenibilità dei processi produttivi, il finanziamento di nuove tipologie di imprese agricole con un’attenzione particolare per l’imprenditoria agricola giovanile.

Nell’occasione sarà approfondita l’impostazione dei futuri programmi di finanziamento europei riservati all’agricoltura e alle aree rurali, nonché illustrati alcuni progetti innovativi che rappresentano degli esempi di riferimento a livello italiano e regionale (Federico Correale, Veneto Agricoltura). Si parlerà di lotta ai cambiamenti climatici mediante specifiche pratiche agricole applicate in diverse aree dell’UE (Luis Montagnoli, Comunità Montana dei Comuni del Trasimeno-medio Tevere), di misure e opportunità per il settore agricolo legate alla lotta ai cambiamenti climatici (Andrea Povellato, INEA), di bioenergie e filiere agro energetiche (Remigio Berruto, Università di Torino), della prossima programmazione per lo sviluppo rurale, che dovrà interessare lo sviluppo locale integrato e i partenariati europei per l’innovazione (Chiara Dellapasqua, Commissione europea-Direzione Generale Agricoltura).

La Conferenza di Legnaro è organizzata nel quadro dell’iniziativa della Regione Veneto “Progetta” che rappresenta una best practice di successo il cui obiettivo è quello di incentivare la partecipazione di soggetti veneti (pubblici e privati) a bandi di gara europei.

Ufficio Stampa