Lunedì, 20 Novembre 2017 CercaCerca  
07.11.2012 Il Distretto di Pesca Nord Adriatico si ritrova a Marano Lagunare (UD)

Dopo l’insediamento ufficiale del suo Comitato di Gestione, avvenuto a Chioggia lo scorso 26 Luglio, il direttivo del Distretto di Pesca Nord Adriatico si ritrova a Marano Lagunare (UD) il prossimo 8 novembre. In questa occasione il Distretto sarà presentato ufficialmente agli amministratori pubblici, alle marinerie locali friulane e agli stessi operatori del settore ittico. Le tematiche in discussione sono quelle che nell’ultimo periodo attanagliano il settore, ossia la forte crisi della piccola pesca e i mezzi da porre in essere per rilanciarla, nonché l’adozione di piani di gestione concertati. Obiettivo è la condivisione del Piano triennale della Pesca e dell’acquacoltura del Distretto che il Gruppo tecnico, di cui fa parte anche l’Osservatorio Socio Economico della pesca di Veneto Agricoltura, ha condiviso nel corso di alcuni incontri. La scelta del Friuli Venezia Giulia risulta strategica per una auspicabile partecipazione anche delle Regioni transfrontaliere che da anni collaborano al Partenariato Alto Adriatico.

Dai tempi della sua costituzione, l’Osservatorio ha come ambito di competenza non solo le tre Regioni Italiane attualmente in capo al Distretto, ma anche Slovenia, Regione Istriana e Contea Litoraneo Montana in Croazia. Per questo e per l’evento di Marano Lagunare, l’Osservatorio Socio Economico della Pesca e dell’Acquacoltura ha redatto un'analisi socio-economica dell’area nord adriatica che non si ferma ad analizzare solo i dati inerenti le tre Regioni italiane nord adriatiche, ma focalizza l’attenzione anche sul settore ittico di Slovenia e Croazia.

Il Distretto di Pesca Nord Adriatico - Analisi Socio Economica