Venerdì, 20 Ottobre 2017 CercaCerca  
12.12.2012 Agroalimentare, PMI, l'innovazione fa rete

Domani (Padova, Sala Consiglio Provinciale, ore 09.00) presentazione di Agronet, progetto di “e-cooperazione” transfrontaliera tra gli operatori “adriatici”. Veneto Agricoltura tra i partner (undici). Presenti Rullani, Pizzolato, Potti, Riolfatto, Furlan, Camposanpiero.

Oggi le sfide commerciali si giocano sul mercato globale e l’investimento e l’orientamento alle ICT (Information and Communication Tecnology) è di fondamentale importanza. Da Venezia a Tirana, da Bari a Gorizia a Spalato passando per Termoli e Sarajevo: è su questi assi che poggia la rete Agronet, un network concreto, funzionale, permanente trale aziende dei Paesi e delle regioni bagnate dal mare Adriatico operanti nei settori della produzione, della logistica e del commercio di generi agroalimentari.

Domani (ore 09.00 – 13.00) nella Sala Consiglio della Provincia di Padova, in Piazza Bardella 2 (Zona Stanga), il progetto sarà illustrato attraverso un incontro dedicato alle “potenzialità del progetto Agronet per il settore agroalimentare”.

Molte le presenze: dall’Amministratore Unico di Veneto Agricoltura Paolo Pizzolato al Prof. Enzo Rullani (Venice International University), da Domenico Riolfatto

(Assessore Agricoltura Prov. Padova) a Roberto Furlan (Pres. CCIAA PD), da Alessandra Camposampiero (V.Pres. Finest S.p.A., lead partner del progetto) a Gianni Potti (Pres. SI Confindustria Veneto).

L’obiettivo principale di Agronet è quello di contribuire ad accrescere la capacità di innovazione delle PMI del settore agroalimentare e non solo.

Come? Attraverso la promozione dell’informazione, del trasferimento di tecnologie, della cooperazione economica, di interventi della CE nel settore agroalimentare. Un impegno che gli undici partner, tra i quali Veneto Agricoltura, hanno stretto all’insegna dell’innovazione e dell’interesse condiviso per dare vita ad una banca dati delle imprese, agevolazioni finanziarie e opportunità commerciali.

Obiettivi? Forgiare un Osservatorio permanente capace di elevare gli standards di qualità, di redigere un Masterplan unico per le piattaforme logistiche e di costruire un Portale web di sviluppo con un software comune. La cooperazione tra chi gratuitamente entrerà a far parte della community per lo sviluppo della conoscenza e di nuove opportunità di business avrà nel sito http://www.agronet.biz/ il punto di sintesi.

 

Ufficio Stampa