Venerdì, 20 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 133 del 26 marzo 2013

nuovo_bollettino

 

 

Monitoraggio e contenimento dei principali fitofagi del colza

 

Nella settimana dal 18 al 23 marzo 2013 il colza (seminato ai primi di settembre 2012) si presenta in fase da C2 (internodi visibili) a D1 (bottone fiorale principale ancora chiuso). Ẻ la fase che precede la prefioritura.
In questo momento si può verificare la presenza nell’appezzamento del meligete e del punteruolo dello stelo.

 

Determinare la presenza degli insetti

 

Il monitoraggio, da eseguirsi alla mattina quando gli insetti sono meno mobili, prevede il controllo di 50- 100 piante nell’appezzamento (non sui bordi) per stimarne la presenza (n° di individui per pianta).
Ispezionare l’appezzamento guardando i capolini fiorali attentamente alla ricerca del meligete e del punteruolo.
Evitare di monitorare le piante di bordo che, in genere, presentano un numero più elevato di insetti ma effettuare il campionamento a zig-zag .
Il monitoraggio può essere effettuato anche con l’uso di trappole formare da una vaschetta gialla contenente acqua (da rabboccare).
In appezzamenti con colza vigorosa la soglia di intervento per il Meligethes è di 3-4 individui per pianta mentre su colza stentata la soglia di intervento è di 1 individuo per pianta.

Per il punteruolo dello stelo la soglia di intervento è di 1 individuo per pianta.
Al momento negli appezzamenti della Azienda agraria Sperimentale “L. Toniolo” dell’Università di Padova la presenza di meligete e di punteruolo sono al di sotto della soglia di intervento.

  

Si ricorda che non è possibile effettuare trattamenti in fioritura
  

TABELLA TRATTAMENTI ...>>

 

 

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sitodi Veneto Agricoltura alla pagina dedicata al "Bollettino colture erbacee".

 

 

 

colza1

111aa