Venerdì, 15 Dicembre 2017 CercaCerca  
25.03.2013 Parlamento Europeo: difesa integrata, “sistema veneto”

Il Veneto leader europeo della difesa integrata. Veneto Agricoltura (Lorenzo Furlan) chiamata a relazionare agli europarlamentari sui trattamenti fitosanitari e la cura delle colture erbacee. Le api ed i neonicotinoidi. Il BCE.

Trattamenti fitosanitari, difesa integrata e colture erbacee. Un argomento delicato, di stretta attualità, sul quale hanno relazionato ai parlamentari europei a Bruxelles, i più autorevoli tecnici e ricercatori del settore. Tra questi Lorenzo Furlan, di Veneto Agricoltura, essendo la nostra regione, in Europa, leader per quanto riguarda la difesa integrata nel mais e in generale nelle colture erbacee. Strumenti: trappole, modelli previsionali, e anche l’informazione attraverso il Bollettino Colture Erbacee (BCE).

Sappiamo che l’applicazione della difesa integrata può ridurre la necessità dei trattamenti, inclusi quelli con i neonicotinidi (classe di insetticidi), e quindi gli effetti negativi che essi possono comportare su organismi utili. Furlan si è soffermato particolarmente su questi aspetti, evidenziando la contraddizione che “malgrado l’importanza delle colture erbacee, in termini di superfici e di consumi complessivi di fitofarmaci, la ricerca sugli effetti del loro uso in termini di difesa intergrata (IPM) è ancora molto limitata”. Ha concluso segnalando che Veneto Agricoltura, con Arpav e Servizio fitosanitario regionale, stanno divulgando da tempo il Bollettino Colture Erbacee, una sorta di newsletter online densa di informazioni tecniche realizzata per avvertire tempestivamente della presenza di possibili problemi fitosanitari e su come intervenire in tempo utile. Informazioni sul Bollettino: http://www.venetoagricoltura.org/subindex.php?IDSX=120