Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
17.05.2013 Agroalimentare veneto sulla piattaforma di lancio

Veneto Agricoltura e altri 14 partner europei a Milano per definire gli aspetti informatici della nuova piattaforma europea per le PMI agricole.

Procede speditamente la costruzione della piattaforma informatica europea per le piccole e medie imprese agricole e agroalimentari che Veneto Agricoltura sta realizzando assieme ad altri 14 partner di ben 9 Paesi dell’UE. Si chiama “APP4INNO - Application for Innovation” questo attesissimo progetto, finanziato dal Programma europeo di Cooperazione Sud Est Europa (quasi due milioni di euro a disposizione), che dovrebbe rivoluzionare l’intera filiera dell’agroalimentare europeo. Dal 21 al 24 maggio, presso il Politecnico di Milano, tutti i soggetti partner del progetto si incontreranno per fornire ai superesperti informatici dell’Università meneghina le indicazioni strategiche necessarie per mettere a punto l’anima della piattaforma. Oltre che dall’Italia, sono attesi i rappresentanti degli Enti associatiti ad “APP4INNO” di Ungheria, Bulgaria, Romania, Grecia, Croazia, Serbia, Albania e Ucraina. Obiettivo primario del progetto è quello di creare una Rete transnazionale tra le piccole e medie imprese agricole e agroalimentari in grado di sviluppare dei concreti processi innovativi: dal trasferimento tecnologico alla cooperazione, elementi questi ritenuti oggi più che mai indispensabili per affrontare la competitività internazionale dei mercati. L’innovazione di filiera, infatti, oltre a quella tecnologica e dei processi produttivi, rappresenta per le imprese una strategia su cui puntare con forza sempre maggiore. Nella prima fase progettuale, avviata in questi ultimi mesi, Veneto Agricoltura ha definito gli approcci e le metodologie migliori per rafforzare la competitività delle PMI, partendo dall’analisi di settori specifici e individuando l’approccio innovativo più appropriato per raggiungere i risultati più efficaci. Ora, con l’incontro in programma a Milano, si procederà con la definizione e l’attuazione informatica dei servizi transnazionali previsti dalla piattaforma, in modo da offrire ai sistemi produttivi agricoli locali l’opportunità di cogliere tutti i possibili elementi di sviluppo. Elementi che nel frattempo ciascun soggetto partner ha già raccolto nel proprio Paese attraverso dei focus che hanno visto la partecipazione di aziende agricole e agroalimentari, operatori della grande distribuzione e consumatori, al fine di raccogliere criticità e specifici bisogni. La piattaforma informatica europea per le PMI agricole sarà operativa dal 2014.

Ufficio Stampa