Sabato, 21 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 199 del 12 marzo 2014

nuovo_bollettino

 

MAIS: DIFESA INTEGRATA DALLA DIABROTICA

AGGIORNAMENTO MONITORAGGIO VENETO 2013: le popolazioni dell’insetto sono drasticamente diminuite e sul 95% delle stazioni la media delle catture è stata inferiore a 1 adulto/trappola/giorno e di 3 adulti/trappola/giorno sulle rimanenti, anche negli appezzamenti dove nel 2012 la media delle catture era superiore a 10-18 adulti/trappola/giorno.

Il rischio di danno vi è solo per il mais in prolungata monosuccessione (> 4 anni) in cui l’anno precedente le trappole cromotropiche abbiano superato la soglia di 6 adulti/trappola/giorno. Visti i risultati del 2013 il rischio di danno è molto bassa anche per gli appezzamenti in prolungata monosuccessione. Nei pochi casi di livelli sopra soglia si dovrà procedere alla rottura della monosuccessione. Una interruzione di un solo anno comprota l’abbassamento della popolazione per diversi anni successivi anche con la ripresa della monosuccessione di mais.

In base ai principi definiti dalla Direttiva 128, non potrà che basarsi sulla modulazione dell’avvicendamento colturale nei diversi areali maidicoli tale da mantenere le popolazioni del crisomelide ampiamente sotto la soglia di danno, senza richiedere mai l’utilizzo di insetticidi alla semina/prime fasi contro le larve né successivamente contro gli adulti.

 

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura alla pagina dedicata al "Bollettino colture erbacee".

111aa