Lunedì, 11 Dicembre 2017 CercaCerca  
12.03.2014 Dialoghi sul futuro della UE, anche a Padova

Venerdì 14 marzo a Venezia presentazione del calendario Triveneto. Il 25 marzo a Padova l’evento veneto. La Commissione europea, con gli sportelli della sua Rete Europe Direct, sta promuovendo in tutti i 28 Stati Membri una serie di incontri per capire dove sta andando l’UE.

Fin dove è giusto che l’UE entri nelle scelte economiche nazionali? Quali dovrebbero essere le sue competenze? In una parola, quale Europa vogliamo nel prossimo futuro?

A questi e a molti altri quesiti rispondono i Dibattiti regionali sul futuro dell’Unione che la Commissione europea, d’intesa con gli sportelli di informazione della Rete Europe Direct, sta realizzando in queste settimane in tutti i 28 Stati Membri. E’ nell’ambito di questa iniziativa che venerdì 14 marzo (ore 10,00) a Venezia, presso il Liceo Classico Foscarini (Cannaregio 4942), la stessa Commissione europea presenterà in anteprima il calendario dei Dialoghi in programma nel Nord-Est, in agenda nei mesi di marzo e aprile.

Ricco il programma degli appuntamenti: l’evento veneto si svolgerà a Padova il prossimo 25 marzo (ore 9,00 presso il Palazzo Bo), mentre gli altri incontri si terranno a Bolzano (21 marzo), Trento (24 aprile) e Trieste (data da definire).

Grande attesa per il Dialogo patavino, promosso da Europe Direct Veneto (sportello UE di Veneto Agricoltura) e Università di Padova - Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali, che vedrà la partecipazione di alcuni tra i massimi esperti in studi europei.

Questi eventi arrivano in un momento cruciale per il futuro dell’UE. Nel 2014 è stata avviata la nuova programmazione economica 2014-2020 (che significa innanzitutto risorse per il territorio, comprese le aree rurali), nel mese di maggio sono in programma le elezioni del Parlamento europeo, a novembre sarà rinnovato l’organico della Commissione e, come non bastasse, si sta avvicinando l’importante appuntamento dell’EXPO 2015 di Milano.

Alla vigilia di questi eventi, la Commissione europea ha inteso coinvolgere la società civile e il mondo produttivo in una serie di Dialoghi che si pongono l’obiettivo di analizzare le diverse questioni europee oggi sul tappeto, sia economiche che istituzionali.

 

Ufficio Stampa