Martedì, 12 Dicembre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 200 del 13 marzo 2014

nuovo_bollettino

 

 

 MONITORAGGIO E CONTENIMENTO DEI PRINCIPALI FITOFAGI DEL COLZA

Colza

Periodo di massima sensibilità delle colza

La colza arriva al periodo di massima sensibilità sotto attacco del Meligete. Questo periodo è compreso tra gli stadi D1 (di bottoni fiorali raccolti) e quello di bottoni separati (E) che corrisponde al momento in cui sono presenti i bottoni fiorali ma nessun fiore è ancora aperto. Se i fiori sono aperti il meligete tende a “colonizzarli” per nutrirsi del polline ignorando i bottoni fiorali chiusi.

Mantenere la popolazione del meligete a un livello ragionevole

La lotta contro il meligete prevede di mantenere la popolazione a un livello accettabile in modo che non appena la fioritura comincia l’effetto di preferenza dato dal fitofago al fiore aperto si esprima appieno.

E’ una lotta che non deve eradicare il meligete fino all’ultimo esemplare . Più la coltura è vigorosa e più essa può sopportare gli attacchi di meligete anche importanti. Tra le varie possibili lotte vi è quella insetticida trattando solo il bordo dell’appezzamento dove si concentra il numero maggiore di individui. Anche le condizioni m,meteorologiche favorevoli aiutano. In questi giorni con alta pressione e alte temperature la coltura cresce velocemente e riduce il rischio di danno.

Cosa fare nei rari casi di attacco sopra soglia

Nei casi di pullulazione (foto 3 e 4) la popolazione di meligete può provocare la distruzione dei bottoni fiorali via via che si formano. In questi casi si deve considerare che un solo trattamento potrebbe anche non essere sufficiente. Non conviene effettuare un secondo intervento (fonte CETIOM) perché il trattamento che da un lato controlla il parassita dall’altro lato distrugge la fauna ausiliaria che ha un ruolo importante per la regolazione della popolazione (predazione e parassitizzazione delle larve delle generazioni successive).

Nella settimana dal 10 al 15 marzo 2014 il colza (seminato ai primi di settembre 2013) si presenta in fase da C2 (internodi visibili) a D2 (infiorescenza principale emersa). E’ la fase che precede la prefioritura (E).In questo momento si può verificare la presenza nell’appezzamento del meligete (Meligethes aeneus - foto 2) e del punteruolo dello stelo (Ceutorrhynchus napy – foto 2).

Determinare la presenza degli insetti

Il monitoraggio da eseguirsi alla mattina quando gli insetti sono meno mobili prevede il controllo di 50- 100 piante nell’appezzamento (non sui bordi) per stimarne la presenza (n. di individui per pianta).

Ispezionare l’appezzamento guardando i capolini fiorali attentamente alla ricerca del meligete e del punteruolo.

Evitare di monitorare le piante di bordo che, in genere, presentano un numero più elevato di insetti ma effettuare il campionamento a zig-zag .

Il monitoraggio può essere effettuato anche con l’uso di trappole formare da una vaschetta gialla contenente acqua (da rabboccare) o con trappole a feromoni tipo Var H.

Soglie di intervento con colza in stadio D1 con piante deboli 1 meligete/pianta in stadio E 3 meligeti/pianta. In presenza di colza con piante vigorose attendere lo stadio E per determinare la presenza di meligete ed eventualmente intervenire al superamento di 6-9 adulti/pianta.

In presenza di colza stentata in cui oltre al meligete vi sia la presenza di anche altri parassiti (punteruoli ecc.) effettuare il monitoraggio per vedere quando compaiono i bottoni fiorali ed intervenire al superamento della soglia di 3 individui per pianta. I principi attivi efficaci in Italia sono quelli riportati nella tabella. Si segnala comunque che in paesi dove il colza viene coltivato da più tempo (Francia e Germania) si sono già registrati casi di resistenza ai fosforganici e ai neonicotinoidi. Per il punteruolo dello stelo la soglia di intervento è di 1 individuo per pianta.

Al momento negli appezzamenti della Azienda agraria Sperimentale “L. Toniolo” dell’Università di Padova la presenza di meligete e di punteruolo sono al di sotto della soglia di intervento (circa 2.5 individui/ pianta al bordo appezzamento circa 1.5 al centro).

Si ricorda che non è possibile effettuare trattamenti in fioritura.

Trattamenti:

TABELLA INSETTICIDI

Meligete         

Foto 1 Adulto di Meligethes             

Punteruolo

Foto 2 Adulto di Punterulo delle silique

Colza Attaccata 2

Foto 3 - colza attaccata oltre alla soglia di danno da meligete (foto P. Paololucci DAFNAE)

Colza attaccata

Foto 4 - colza attaccata oltre alla soglia di danno da Meligete (particolare del fiore aperto e dell’infiorescenza con fiori abortiti) (foto P. Paolucci DAFNAE).

 

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura alla pagina dedicata al "Bollettino colture erbacee".

111aa