Venerdì, 17 Novembre 2017 CercaCerca  
14.03.2014 20 marzo 2014, protagonisti biogas e biometano

20 MARZO 2014: PROTAGONISTI BIOGAS E BIOMETANO

II^ Giornata delle Bioenergie, sportello telefonico (049/8293847) e online aperto al pubblico per informazioni sui due biocombustibili.

Torna la Giornata delle Bioenergie, dopo il successo della scorsa edizione. Il tema 2014 saranno Biogas e Biometano. Infatti sempre più Paesi stanno creando le condizioni affinché avvenga una crescita delle industrie di biogas e un globale aumento dell’utilizzo di energie rinnovabili.

Veneto Agricoltura lancia perciò, per giovedì 20 marzo (ore 09.30 – 17.30), la seconda Giornata delle Bioenergie, questa volta con focus su biogas e biometano. Tecnici dell’Azienda in collaborazione con Stefano Guercini (Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali dell’Università di Padova) e gli esperti del CIB, il Consorzio Italiano Biogas, offriranno chiarimenti sul tema via telefono (049/8293847), email (sportello.bioenergie@venetoagricoltura.org) e i social networks Twitter https://twitter.com/VenetoAgricoltu) e Facebook (www.facebook.com/VenetoAgricoltura).

Il boom internazionale nel settore, che vede il mercato europeo al primo posto per dinamismo e l’Italia come 3° produttore di biogas al mondo, continuerà dunque nei prossimi anni. Lo studio del 2012 “Biogas to Energy 2012/2013 – The World Market for Biogas Plants”, redatto dalla società di analisi Ecoprog e dall’Istituto Fraunhofer, prevede che la potenza degli impianti a livello globale crescerà tra il 2012 e il 2016 da circa 4,700 MWel a circa 7,400 MWel, ovvero del 60%. Il rapporto stima inoltre un aumento degli stabilimenti da 9,700 a 13,500.

Per quanto riguarda il biometano, questa fonte energetica alternativa in Italia non è ancora sviluppata, ma il nuovo Decreto Ministeriale da poco entrato in vigore rappresenta un’opportunità di crescita soprattutto nel settore degli autotrasporti, con ricadute sull’ambiente e l’economia. Le auto a metano in Italia sono 800,000 e le pompe per metano 1000, contro le 3000 del gpl. Da specificare comunque è che per l’autotrazione quasi tutti i distributori di metano del nostro Paese sono posizionati nella Pianura Padana.

Ufficio Stampa