Mercoledì, 13 Dicembre 2017 CercaCerca  
17.03.2014 Rovigo, Smart Waters per la sicurezza idrica

Convegno sulla gestione integrata delle acque, case studies da tutta Italia per approfondire le tematiche legate all’amministrazione intelligente delle acque.

Quale sicurezza idrica dovrà essere sempre più garantita in futuro nelle aree fragili? Se ne parlerà a Rovigo il 21-22 marzo in occasione di un convegno organizzato da Banca Popolare Etica e dall’Università di Trieste con il patrocinio di INEA (Istituto Nazionale di Economia Agraria), in concomitanza con la Giornata mondiale dell’Acqua. A Rovigo saranno presentati e discussi casi emblematici di gestione delle risorse idriche sotto il profilo dell’equità territoriale e dell’inclusione politica. Obiettivo dell’evento è quello di porre l’attenzione sull’uso intelligente dell’acqua, sulla sua distribuzione socio-spaziale e sulla gestione condivisa.

Il convegno, che approfondisce il delicato tema attraverso la presentazione di casi studio, vuole tenere assieme tre importanti dimensioni: l’expertise, l’equità territoriale e l’inclusione politica, con lo scopo di avviare un “forum interdisciplinare” partecipato sulla gestione integrata dell’acqua.

Nella prima giornata, che si svolgerà di pomeriggio presso il Consorzio Università di Rovigo, sono previste due sessioni parallele in cui si parlerà di approccio partecipato alla gestione delle acque e contratti di fiume. Inoltre, saranno portati diversi esempi di “giustizia idrica”, dal Madagascar ai conflitti sull’uso dell’acqua di Palermo e del lago d’Idro.

Nella mattinata del secondo giorno, in programma presso il Consorzio di Bonifica Adige Po, si discuterà di bio-fitodepurazione nella bassa bresciana, gestione integrata delle acque in provincia di Venezia e della gestione del reticolo idrico del bacino lagunare veneto. Questa sessione, dedicata alla bio-sicurezza, sarà moderata da Giustino Mezzalira, Direttore della Sezione Ricerca e Sperimentazione di Veneto Agricoltura, che parteciperà anche alla tavola rotonda finale. Contemporaneamente è in agenda l’incontro dedicato allo sviluppo socio-ambientale con case studies provenienti da tutta Italia.

Infine, prima della tavola rotonda conclusiva, che sarà moderata da Andrea Povellato di INEA, si svolgeranno due sessioni dedicate rispettivamente alla conoscenza-monitoraggio e alla gestione innovativa.

Per maggiori informazioni è consultabile il programma della giornata.

 

Ufficio Stampa