Lunedì, 23 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 215 del 22 aprile 2014

nuovo_bollettino

 

 

NOTTUE (A. ipsilon, A. segetum)

I dati confermano l’inizio del raggiungimento del quarto stadio larvale (il primo in grado di danneggiare le piante) nella parte più occidentale della Regione (provincia di Verona) relativamente al volo migratorio del 3 marzo. Si invitano pertanto gli agricoltori della parte più occidentale della Regione, a partire da domani, ad osservare le colture più suscettibili (mais, bietole, orticole di recente trapianto,…) dando priorità agli appezzamenti maggiormente coperti da residui o vegetazione in marzo. I terreni destinati alle azioni 1 (semina su sodo) e 2 (colture di copertura) della sottomisura del PSR 214i sono tendenzialmente favorenti lo sviluppo delle popolazioni ed è quindi opportuno porvi particolare attenzione. Nel caso si superasse la soglia di intervento (per il mais, indicativamente il 5% delle piante attaccate) si dovrà intervenire tempestivamente con trattamenti insetticidi in post-emergenza possibilmente serali con alti volumi d’acqua. Su mais e su altre colture il danno da nottua è facilmente individuabile per il “taglio” della pianta al di sopra del terreno o l’erosione al colletto che porta all’appassimento di tutta o buona parte della pianta. Per le altre provincie il modello previsionale prevede il raggiungimento del quarto stadio larvale a partire dall’inizio della prossima settimana (aggiornamento entro 2-3 giorni). Due-tre giorni di anticipo si possono verificare in terreni scuri, normalmente ricchi di sostanza organica, in cui vi è un più veloce riscaldamento.

 

 

 

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare, chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura, alla pagina dedicata al Bollettino colture erbacee.

 

111aa