Venerdì, 20 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 219 del 02 maggio 2014

nuovo_bollettino

 

 

NOTTUE (A. ipsilon, A. segetum)

Si confermano le previsioni del precedente bollettino e si ricorda che per fine settimana raggiungeranno il quarto stadio anche le larve del volo migratorio del 31 marzo aumentando il rischio complessivo. Si rinnova l’invito a controllare le colture più suscettibili (mais, bietole, orticole di recente trapianto, …) dando priorità agli appezzamenti maggiormente coperti da residui o vegetazione in marzo-inizio aprile. I terreni destinati alle azioni 1 (semina su sodo) e 2 (colture di copertura) della sottomisura del PSR 214i sono tendenzialmente favorenti lo sviluppo delle popolazioni ed è quindi opportuno porvi particolare attenzione. Nel caso si superasse la soglia di intervento (per il mais, indicativamente il 5% delle piante attaccate) si dovrà intervenire tempestivamente con trattamenti insetticidi in post-emergenza possibilmente serali con alti volumi d’acqua. Su mais e su altre colture il danno da nottua è facilmente individuabile per il “taglio” della pianta al di sopra del terreno o l’erosione al colletto che porta all’appassimento di tutta o buona parte della pianta.

 

DIABROTICA

È iniziato l’utilizzo del modello di Davis, che indica che è già iniziata la schiusura delle uova svernanti della specie in tutto il territorio regionale. Informazioni sull’insetto si possono avere consultando gli allegati (DIABROTICA descrizione generale).

 

DISERBO MAIS

Le piogge sono arrivate appena in tempo per attivare, almeno parzialmente, gli erbicidi distribuiti nelle semine di fine marzo-inizio aprile. Diventa importante monitorare gli appezzamenti per valutare concretamente 1) l’efficacia dei prodotti di pre-emergenza e 2) le nuove emergenze, che presumibilmente saranno piuttosto concentrate con sovrapposizione delle malerbe primaverili a nascita scalare (Abutilon theophrasti, Chenopodium album, Polygonum persicaria …) e delle prime estive (Solanum nigrum, Echinochloa crus galli …). Frequente è la presenza anticipata del Sorghum halepense da rizoma rispetto al sorgo da seme. Gli eventuali interventi erbicidi di controllo dovranno essere tarati sulle piante nate da rizoma considerato che superano già in altezza quelle del mais. Nei terreni a sodo dove le semine sono già state eseguite è opportuno controllare l’efficacia dei trattamenti di pulizia del letto di semina e l’eventuale ricaccio delle piante vivaci non completamente devitalizzate e soprattutto l’inizio delle emergenze delle piante annuali.

 

 

 

 

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare, chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura, alla pagina dedicata al Bollettino colture erbacee.

 

111aa